L’AMBASCIATORE CINESE IN VISITA A BARI

Non solo una visita di cortesia, per ricambiare il recente viaggio del governatore Vendola in Cina, ma un momento di confronto, dinamico e concreto, per parlare di scambi culturali e commerciali, infrastrutture, turismo. Questo, e molto altro,  il ricco programma dell’ambasciatore cinese in Italia, Ding Wei, che con la sua delegazione ha trascorso a Bari una giornata con il presidente Vendola.

In particolare, tra i temi affrontati hanno assunto particolare priorità la possibile individuazione di Bari quale sede di un nuovo Istituto Confucio in Italia in collaborazione con il sistema universitario pugliese; la preannunciata scelta del governo provinciale del Guang Dong di destinare un quartiere dell’area metropolitana di Canton ad un progetto pilota di riqualificazione urbanistica ed ambientale, da sviluppare insieme al sistema dei distretti pugliesi, e la possibile sinergia per l’utilizzo delle infrastrutture aeroportuali pugliesi come una grande piattaforma logistica della Cina in Europa.

L’ambasciata cinese in Italia oggi ha formalizzato la scelta della Cina di costruire nella città di Bari un Istituto Confucio. “Conoscere la cultura e la lingua cinese” – ha detto Vendola – “rappresenta il modo più utile per abbattere quei pregiudizi che non hanno ragione di esistere. Il giorno in cui avremo tanti studenti cinesi nelle nostre università e il giorno in cui avremo tanti studenti pugliesi nelle università cinesi, allora avremo tanti ambasciatori delle potenzialità delle differenze e delle ricchezze culturali. Questo è un obiettivo che vogliamo mettere al centro dello scenario del futuro”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *