INCONTRO AL COMUNE CONTRO I LICENZIAMENTI

Ieri 29 febbraio 2012 si e’ tenuto il primo incontro organizzativo presso il Comune di Bari sull’annosa questione dei licenziamenti di 300 lavoratori nelle strutture Aurea Salus s.r.l. e Elia Domus s.r.l del gruppo Segesta.

La questione è contorversa già da tempo, ma le procedure di licenziamento sono partite in realtà il 14 febbraio 2012 per 296 lavoratori delle strutture Riabilia e Villa Marica di Bari – S.Spirito e Pierantonio Frangi di Acquaviva.

L’incontro si è svolto alla presenza del sindaco di Bari Michele Emiliano, del Direttore Generale della ASL BA Domenico Colasanto, del Direttore Amministrativo della stessa ASL, del Sindaco di Acquaviva delle Fonti Francesco Squicciarini, delle organizzazioni sindacali e dei rappresentanti delle Aziende Aurea Salus s.r.l. ed Elia Domus s.r.l. di Bari  operanti nel settore della riabilitazione.

Assente l’Assessore Regionale alla Sanità , impegnato a Roma per la Conferenza Stato Regioni. È questo uno dei motivi per cui l’incontro è stato aggiornato al 7 marzo prossimo sempre nella sala giunta del Comune di Bari.

Il Sindacato ha rappresentato i motivi di ordine socio-economico, occupazionale ed organizzativo aziendale, per cui rigettano le procedure di licenziamento.

Hanno inoltre confermato alle istituzioni presenti le forti perplessità in relazione ad una politica Regionale che esprime la volontà di rafforzare il trattamento domiciliare rispetto al ricovero ospedaliero ma che in realtà poi riduce i trattamenti domiciliari come nel caso di queste due società.

Un dato quindi in controtendenza ed incongruo a danno degli assistiti.

Il Dr. Colasanto della ASL ha dichiarato la propria disponibilità ad individuare meccanismi idonei alla salvaguardia degli assistiti e dei livelli occupazionali.

Il Sindaco di Bari confermando il proprio deciso impegno nella vertenza , accanto ai lavoratori ed alle forze sociali.

Naturalmente rimane sempre alta la guardia da parte OO.SS. in relazione alla vertenza in atto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *