A VIENNA IL 2012 E’ L’ANNO DI GUSTAV KLIMT

In occasione del 150° anno dalla nascita dell’artista, i più importanti musei viennesi dedicheranno al pittore una sfilza di rassegne da non perdere.

Si conclude proprio in questi giorni la mostra organizzata dal museo Belvedere (www.belvedere.at) di Vienna: “ Gustav Klimt- Josef Hoffmann, pionieri del moderno”, dedicata alla collaborazione fra l’artista e l’architetto, all’interno della quale è possibile ammirare un ciclo di rari disegni e sorprendenti dipinti ad olio di Klimt.

La mostra, inaugurata il 25 ottobre 2011 ed ormai in fase di chiusura, verrà riproposta anche in Italia, a Venezia, presso il Museo Correr (www.museiciviciveneziani.it), a partire dal 24 marzo all’8 luglio 2012.

Il Leopold Museum (www.leopoldmuseum.org) ha invece allestito una rassegna dedicata al rapporto di Klimt con la stilista Emilie Flöge. La mostra, intitolata “Gustav Klimt, Un viaggio nel tempo” raccoglie una fitta serie di lettere, cartoline e messaggi scambiati fra i due artisti durante i loro viaggi.

Un ‘ occasione più unica che rara è offerta dal Wienmuseum (www.wienmuseum.at) che dal 16 maggio al 16 settembre 2012 esporrà per la prima volta una collezione di ben 400 opere mai rese pubbliche fino ad ora, oltre ai disegni e ai bozzetti, saranno mostrati diversi dipinti, fra cui spicca il primo ritratto femminile di Klimt, il ritratto di Emilie Flöge, realizzato nel 1902.

Saranno inoltre esposte le stampe e i manifesti che l’artista ha prodotto nel periodo Secessionista, in mostra anche numerosi attrezzi da lavoro e fotografie del pittore, da non perdere il disegno realizzato da E. Schiele in onore a Klimt dopo la sua morte.

A breve sarà inaugurata la mostra intitolata: “Klimt-Disegni” allestita dal museo Albertina (www.albertina.at), che metterà a disposizione del pubblico una quantità copiosissima di studi dell’artista, verrà mostrata una raccolta di ben 170 disegni realizzati con matite colorate, gessetti, acquerelli, penne e l’immancabile pigmento oro. L’esposizione sarà inaugurata il 13 marzo e si concluderà il 10 giugno 2012.

Una rassegna dedicata agli anni più intensi e prosperi dell’artista, è stata allestita presso il Künsthistorisches Museum (www.khm.at), le opere qui esposte appartengono alla fase centrale della produzione artistica di Klimt, la mostra, iniziata il 14 febbraio sarà visitabile fino al 6 maggio 2012. Tra le opere compaiono i 13 dipinti che l’artista ha realizzato per le scalinate dello stesso museo. A distanza di 20 anni tali lavori vengono riproposti dopo una esposizione avvenuta a Zurigo nel 1992.

Attraverso una serie di documenti storici tra cui lettere e fotografie, il künstlerhaus (www.k-haus.at) museum ricostruisce il periodo in cui Klimt fu membro del movimento Kunstlerhaus, momento fondamentale per la carriera dell’artista, proprio in quegli anni primo vincitore del premio imperiale. La mostra inizierà il 6 luglio e avrà termine il 2 settembre 2012.

Anche il MAK (museo austriaco di Arti applicate / Arte contemporanea www.mak.at) omaggerà l’artista de “il bacio” attraverso una mostra interamente dedicata ai cartoni preparatori del mosaico per la sala da pranzo del Palazzo Stoclet di Bruxelles. All’interno della rassegna che avrà inizio il 21 marzo e terminerà il 15 luglio 2012 verranno resi visibili anche i documenti scritti dall’artista per la gestione e l’organizzazione dei lavori.

“Contro klimt, La Nuda Veritas e il suo sostenitore Herman Bahr” è il titolo della mostra organizzata dal Museo del Teatro di Vienna (www.theatermuseum.at)che, a partire dal 10 maggio e fino al 29 ottobre 2012 ospiterà e mostrerà al pubblico il celebre dipinto di Klimt: “ La Nuda Veritas”, opera allegorica fortemente discussa e acclamata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *