TORTA AL CACAO PER INTOLLERANTI AL LATTOSIO

Provate questa dietetica TORTA AL CACAO realizzata senza uova né grassi:

  • 200g di farina
  • 100g di zucchero
  • 50g di cacao amaro
  • Cannella in polvere a piacere
  • Buccia grattugiata di un’arancia
  • 300g di succo di arancia o ace
  • 1 bustina di lievito per dolci

Lavorate il tutto in una coppa con le fruste elettriche; quando il composto sarà ben amalgamato, fluido e spumoso versate il tutto nella tortiera (24 cm.circa) oleata e infarinata … infornare a 180° per circa 20 min e spolverizzare con zucchero a velo.

Il fenomeno dell’intolleranza al lattosio è sempre più diffuso nella popolazione adulta: si calcola che ne soffra il 30 % degli europei, costretti a scontrarsi con non pochi problemi di organizzazione in cucina, visto che il latte ed i suoi derivati sono presenti nella maggior parte dei cibi. Sono rarissime poi le ricette in cui non si consigli di “amalgamare”, “insaporire”, “diluire” o “ammorbidire” il tutto con l’onnipresente e rassicurante latte.

Alla diagnosi di INTOLLERANZA al LATTOSIO segue un momento di smarrimento seguito dalla domanda: e adesso cosa mangio? O peggio ancora per chi deve provvedere: e adesso cosa cucino?

Certamente la cosa più difficile da realizzare senza latte e derivati sono i dolci, ma come dice il proverbio: a tutto c’è rimedio …

Innanzi tutto bisogna sostituire il burro necessario per ungere la tortiera con un velo del nostro buonissimo olio extra vergine di oliva e spolverizzare con la farina tamburellando (cioè tenendo la tortiera come se fosse un tamburello da percuotere in una travolgente pizzica salentina ) in modo che la farina si diffonda uniformemente su tutta la superficie. L’unica accortezza da adottare è di ungere con poco olio e poi spolverizzare la farina immediatamente prima di versare il composto nella teglia, altrimenti la farina nell’attesa, sarà irrimediabilmente assorbita dall’olio formando una sostanza umidiccia che a sua volta si unirà al composto della torta perdendo la preziosa funzione di fare da barriera (funzione in cui il burro, bisogna riconoscere, riesce molto meglio) e facendo irrimediabilmente appiccicare il tutto al fondo della teglia.

Risolto il problema della tortiera, bisogna abituarsi a “leggere” le ricette, cioè a sostituire automaticamente la parola Burro con Olio extravergine rispettando le stesse dosi; per quanto riguarda la sostituzione del Latte o dello Yogurt si può essere più fantasiosi: io risolvo utilizzando il Latte di Mandorle o il Succo di Arancia o il Succo tipo ACE o il succo della frutta sciroppata o un po’ di liquore o, quando capita di aver utilizzato tutto ciò che ho in casa di liquido ed il dolce ha bisogno di essere ancora un po’ diluito non esito ad aggiungere la semplice, ma risolutiva, acqua!

Non ci crederete ma il risultato è ugualmente squisito, gli intolleranti saranno felici di poter gustare la torta insieme agli altri commensali e i non intolleranti sanno preservati da un eccesso di colesterolo, provare per credere.

di Antonella Bartoli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *