10 COSE DA FARE E VEDERE A MADRID II PARTE

6. PUERTA DEL SOL è la piazza più amata e frequentata dai madrileni (e dai turisti) per via della zona centrale in cui si colloca. Qui si trova il chilometro zero di tutte le strade spagnole, oltre al fatto che da questo punto si incrociano tutte le vie principali e le linee del metrò di Madrid. Circondata da edifici del XVIII secolo, conserva la famosa statua dell’Orso e del Corbezzolo (El Oso y el Madroño), emblemi della città.

7. PLAZA MAYOR e il RASTRO sono altre due tappe immancabili, facilmente raggiungibili da Puerta del Sol. Dai balconi di Plaza Mayor si assisteva alle cerimonie reali, oggi la folla brulicante che la invade quotidianamente può ammirare i suoi affreschi e accedere da qui alle pittoresche viuzze di Madrid antica. Il Rastro, invece, è un mercato a cielo aperto tutto madrileno nonché un rito domenicale alla quale non potete sottrarvi, e dove potrete trovare anticaglie, curiosità e oggetti unici degni d’esser chiamati souvenir!

8. La GRAN VÍA è invece l’angolo di paradiso per tutti gli shop-addicted. In una cornice onirica nella qualche fanno da scenario sontuosi edifici stile Belle Époque, giganteschi cartelloni pubblicitari e neon dei cinematografi, ci si immerge nella frenesia metropolitana di questa Broadway tutta spagnola. Punto di ritrovo perfetto, assieme ai quartieri Chueca, Malasana e Lavapies, per dar via alle lunghissime e sfrenate notti di follia ed eccessi: la tanto nota “movida”.

9. COSA MANGIARE. A Madrid, come nel resto della Spagna, ci sono orari un po’ diversi rispetto a quelli europei. La colazione è dopo le 8.00, il pranzo fra le 14.00 e le 15.00 e la cena verso le 22.00. Come varietà di pietanze si passa dalle tapas, sfiziosi stuzzichini da bar accompagnati da una pinta di “cerveza”, al cocido, storico stufato madrileno a base di ceci, carne, insaccati e verdure cotti a lungo a fuoco lento. Ma anche la famosa paella, la tortilla de patatas, el pastel de liebre, il gustosissimo Jamón Ibérico (prosciutto crudo tipico) e “postres” squisiti come i churros (dolci di pastella fritta che si suole gustare immersi nella cioccolata calda). Una vera e propria delizia!

10. DOVE DORMIRE. Madrid, oltre ad essere una metropoli ricca di cultura e attrazioni, risulta anche pulita, ordinata e attraversata da una fitta rete di linee fra navette, autobus, metropolitana e taxi, tutte efficientissime e a tariffe accessibili. Dall’aeroporto, infatti, i tanti collegamenti permettono di arrivare in centro in poco tempo, da lì poi sarà facile muoversi per i diversi quartieri. Trovare un posto per dormire, poi, è semplice oltre che economico: tantissime pensioni, B&B, affittacamere, ma anche alberghi di lusso per i più esigenti. Non dimenticatevi però che gli “hosteles” madrileni non sono ostelli, bensì strutture più simili ai B&B.

Il nostro piccolo tour termina qui. Spero di avervi trasmesso la curiosità e gli stimoli giusti per poter partire e apprezzare un luogo così vivo e stimolante come la Spagna, il cui volto mediterraneo ci ricorda un po’ la nostra Italia, ma che soprende per le tante bellezze e stravaganze di un popolo fiero e saldamente legato alle proprie radici.

¡Que tengáis un buen viaje!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *