CULTURA E DIBATTITO SUL TEMA DELLE LIBERALIZZAZIONI IN ATENEO

Si è tenuto oggi presso l’Aula Magna “Aldo Cossu” del Palazzo Ateneo dell’Università di Bari il workshop dal titolo “Liberalizzazioni per l’Italia: un’occasione da non perdere”.

Non si poteva, nella data dell’anniversario dal sequestro e dell’omicidio di Aldo Moro, non dedicare un ricordo allo statista che ha segnato la storia dell’Italia repubblicana.

Il Prof. Ignazio Lagrotta, promotore dell’evento, ha dato il via ai lavori, onorando la memoria di Aldo Moro, attraverso le parole dell’On.le Amintore Fanfani. Ha, ulteriormente, illustrato all’auditorio l’interesse ad affrontare il tema delle liberalizzazioni con particolare riferimento ai servizi pubblici locali e non solo delle categorie professionali, come spesso accade in queste occasioni.

In effetti, durante l’incontro, poco si è parlato di taxi e farmacie, argomenti ormai sempre più discussi nel mondo dell’informazione, ma di servizi pubblici ed, in particolare, della gestione della risorsa idrica connessa alla cosiddetta “privatizzazione dell’acqua.

Costruire nuove prospettive e nuovi strumenti di razionalizzazione del sistema, partendo dalla normativa vigente: questo il “leit motiv” dell’incontro.

L’evento, di rilevante spessore culturale, ha offerto interessanti spunti di riflessione su argomenti tanto attuali, quanto discussi e, purtroppo, dai confini ancora indefiniti.

I relatori, esponenti del mondo accademico e professionisti del calibro di Roberto Sabatelli, Ugo Patroni Griffi, Luigi Patimo, hanno affrontato il difficile tema attraverso prospettive di analisi differenti, ma complementari. Sollecitare un intervento legislativo coerente, organico e sufficientemente completo, questo l’auspicio degli oratori, per promuovere gli investimenti giusti e far ripartire l’economia del nostro Paese.

Hanno concluso i lavori gli autorevoli interventi degli On.li Raffaele Fitto e Rocco Buttiglione.

Di Roberta Cupertino e Simona Attollino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *