ITALIA RUGBY: EVITATO IL CUCCHIAIO DI LEGNO

A Roma, in uno stadio Olimpico esaurito in ogni ordine di posto (70.000 scalmanati spettatori), la Nazionale italiana ha colto il primo e unico successo del torneo “Sei Nazioni” che ha visto trionfare il fortissimo Galles. A farne le spese una spenta Scozia che si è aggiudicata il cucchiaio di legno, riconoscimento destinato alla squadra ultima classificata.

Primo tempo aggressivo da parte degli uomini allenati dal c.t. Brunel. Al minuto 10, dalla piazzola, vengono firmati i primi tre punti della gara da un pimpante Mirco Bergamasco, il quale ha la possibilità di segnare nuovamente, dodici minuti dopo, se solo avesse corretto la mira. La partita si gioca a senso unico con l’ariete Locicero carico come non mai, ma al 35′ la Scozia inaspettatamente pareggia i conti con un preciso calcio piazzato affidato al piede di Laidlaw. Il primo tempo si chiude con il risultato di 3 – 3 che premia oltre misura i britannici confusi e senza idee.

Nel secondo tempo la musica non cambia, il monologo è sempre lo stesso con l’Italia che scantisce i ritmi dell’incontro trovando il meritato vantaggio: percussione di Venditti che schiaccia e realizza una straordinaria meta, poi Burton con rabbia e precisione chirurgica trasforma. Al 60′ la Scozia accorcia le distanze capitalizzando al meglio dalla piazzola il 10 – 6. Cinque minuti più tardi gli azzurri rimangono in quattordici per il giallo rifilato a Zanni.

La partita è apertissima e bellissima, ma nelle fasi conclusive la stanzhezza prende il sopravvento. L’ultimo acuto è dei padroni di casa che con Burton fissano il punteggio finale: 13 – 6 e cucchiaio di legno alla Scozia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *