I NOBRAINO CONQUISTANO BARI

Sabato 24 marzo il teatro Kismet di Bari ha ospitato uno dei gruppi più promettenti della scena folk-rock italiana: i Nobraino. Il gruppo ha presentato il nuovo album “Disco d’oro”, nei negozi dal 9 marzo, in una serata che ha decisamente soddisfatto le aspettative del pubblico.

Un concerto che a tratti si fa spettacolo teatrale quello della band di Lorenzo Kruger, se la musica dei bravissimi musicisti trasmette una carica adrenalinica che fa venir voglia di saltare, l’istrionico leader, con la sua voce da tenore, è in grado di catalizzare tutta l’attenzione su di sé: non ha paura di farsi male buttandosi nella mischia che salta o rotolando in mezzo al pubblico seduto e, addirittura, riesce a farsi seguire da tutti nella sala adiacente solo per il capriccio di cantare una canzone lì.

I Nobraino confermano con questo nuovo tour di essere veri e propri animali da palcoscenico, persino il fischio del microfono può essere un espediente per fare da contorno a canzoni mai banali e coinvolgenti. Le canzoni del nuovo album, il quarto della band, soddisfano le aspettative dei fans e mettono in luce un talento che trova sempre più consensi tra gli addetti ai lavori : già con l’uscita del disco NO USA, NO UK del 2010, i Nobraino si sono guadagnati il titolo di band rivelazione del panorama indipendente italiano e non sembrano affatto disposti ad accontentarsi.

La formazione, originariamente un quartetto rock composto da Kruger (voce), Bartok (basso), Nèstor (chitarra) e Vix (batteria), si è arricchita di un nuovo elemento, il trombettista turnista David Jr Barbatosta, promosso al grado di “aspirante Nobraino”. Il vero protagonista, però, resta lui, Kruger, che non smette mai di coinvolgere tutti scherzando sulle caratteristiche della Puglia e chiudendo con il ringraziamento al pubblico pugliese che è stato “tra i primi a capire i Nobraino”.

La captatio benevolentiae è riuscita forse a far dimenticare che il concerto, previsto per le 22.00, è iniziato con un ritardo non indifferente, ma è valso decisamente più dei 10 € spesi per il biglietto. Avanti così Nobraino!

A cura di Gianvito Spinelli e Mariateresa Porzia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *