PRIMO MAGGIO: CHIUSURA PER I NEGOZI

In un comunicato stampa diffuso in questi giorni, il Sindaco di Bari, Michele Emiliano, afferma di  “non poter disporre, come ogni anno, la chiusura degli esercizi commerciali nella giornata del Primo Maggio, perché è in vigore la norma introdotta dal Decreto Monti che liberalizza gli orari di apertura dei negozi”, ma “auspica  che gli esercizi commerciali scelgano comunque di rimanere chiusi il Primo Maggio, come avviene per gli uffici, le scuole, i giornali, le banche, in Italia e all’estero, per consentire a tutti i lavoratori di celebrare la loro tradizionale festa”.

A parere del Primo cittadino, quindi, la festa dei lavoratori “non è solo un giorno di riposo, ma rappresenta un momento di riflessione per l’intera società, su temi fondamentali come il lavoro, i bisogni reali, le prospettive personali e collettive

“Riflessione” e “prospettive personali e collettive”, quindi.

Le parole del Sindaco vorrebbero, forse, rappresentare un invito a non ridurre questa festività ad un mero momento di relax, ma a coglierne le reali ragioni storiche e il valore di quell’articolo 1 della Costituzione repubblicana, che afferma a chiare lettere che L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

L’identità di un Paese che si manifesta proprio nell’impegno quotidiano dei suoi cittadini e un riconoscimento, quindi, per i tutti i lavoratori della città.

Ma le “nostre riflessioni” vanno anche a colori i quali (molti) un lavoro non hanno la fortuna di averlo e che domani, probabilmente, avrebbero voluto passeggiare per le vie festose del centro stracolme di gente.

Foto: via sparano tripadvisor.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *