SPENDING REVIEW

“Chi ha governato, chi governa o chi governerà non può accettare che si giustifichi l’evasione” ed ancora “se c’è l’IMU è perchè l’ICI non doveva essere abolita” con queste parole durissime il Presidente del Consiglio rilancia e riparte all’attacco bacchettando la Lega e la sua protesta per non pagare l’IMU e il Pdl che risponde attraverso il segretario Alfano che “così salta tutto”.

Ma il Professore tira diritto e mette sul tavolo delle riforme ulteriori tagli della spesa per un valore di 4,2 mld che avrebbero l’obiettivo di scongiurare l’aumento di altri due punti dell’IVA.

A gestire il delicato capitolo dei tagli ai ministeri sarà Enrico Bondi, già commissario Parmalat che fu chiamato per risanare i conti dopo il crack della società di Collecchio.

Monti sarà anche affiancato da un comitato di Ministri e da due consulenti non pagati

Consulenti del Governo saranno: l’ex Premier Giuliano Amato con il compito di sovrintendere alla riforma di finanziamento ai partiti e l’economista Giavazzi che dovrà rivedere gli aiuti alle imprese dando una scossa all’economia.

Foto: lapennadellacoscienza.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *