CESARE FRACANZANO – UN LIETO FINE PER MADDALENA

Sfogliavo un volume sul restauro di alcuni dipinti e quella macchia di rosso mi ha letteralmente rapita. Ho lasciato che il resto di quella figura femminile mi entrasse negli occhi e mi riempisse di una dolcissima sensualità.

E’ una bellissima Maddalena catturata in un olio su tela da Cesare Fracanzano (Bisceglie, 1605 – Barletta 1656).

La tela, oggi conservata presso l’Episcopio di Andria, raffigura una Maddalena  portatrice di unguenti, distaccandola dalla solita rappresentazione della donna in stato penitente tanto cara all’ iconografia del XVII secolo.

Il dipinto acquista notevole qualità grazie alle forme piene ottenute da colori densi e corposi, ai quali si accostano velature di straordinaria trasparenza e saggi di abilità dell’artista nel trattare la chioma  sgranando la superficie dei particolari riprodotti con minuziosa evidenza e con esplicite intenzioni di resa luministica.

L’opera presenta la padronanza da parte dell’artista, di un suo linguaggio personale, di misura e controllo della capacità espressiva attraverso linee sciolte e fluide, pennellate morbide e pastose; il dipinto è intriso di luce e sostenuto da un grande senso della forma.

In questa Maddalena si può leggere uno dei momenti più felici della pittura di Fracanzano (il cui stile pittorico si rifaceva  al Ribera, ma anche al Tintoretto, ai fratelli Carracci e a Guido Reni) che raramente, nella sua produzione pugliese, raggiugne tale livello di qualità e finezza di esecuzione.

Il dipinto fu ritrovato in pessime condizioni nell’ormai distrutta chiesa del Santissimo Sacramento di Andria; era privo di telaio, con i colori non leggibili, preparazioni a scaglie sollevate su quasi tutta la superficie, con vernici  non originali  che ricoprivano rari e dozzinali ritocchi successivi.

Grazie alle sapienti mani del restauratore V. Lagravinese e sotto la direzione di M. D’Elia, nel 1971 è tornato al suo originale splendore.

 

Foto: catalogo Schena Editore

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *