BARI: INNOVAZIONE E CONTESTAZIONE

Si è inaugurato ieri il sottopasso ciclopedonale di Bari Marconi, un’opera simbolo dell’innovazione delle infrastrutture e del progresso della nostra città.

Purtroppo, è stata anche l’occasione per riflettere sul fatto che questa realizzazione comporterà fine Giugno il licenziamento di ben 11 lavoratori della ditta appaltatrice, la Eporlux, che gestisce i passi a livello dal lontano 1995, passando dapprima da un trasferimento di sede (da Via Oberdan a Via Mola) e poi da una riduzione di ore lavorative a maggio, sino alla cessazione definitiva del rapporto lavorativo.

Non sono, pertanto, mancate le proteste dei lavoratori. Secondo questi ultimi, infatti, “non passerà mai da qui un treno ad alta velocità!” e quindi l’opera sarebbe inutile e solamente svantaggiosa.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato il capo di Gabinetto del Comune di Bari Antonella Rinella, il consigliere delegato alla Mobilità Antonio Decaro e il consigliere comunale Massimo Maiorano.

Ci chiediamo: a che prezzo l’innovazione?

Foto: barilive.it

Di Simona Attollino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *