ADIEU SARKO’

Cala il sipario sul governo gollista di Sarkozy travolto come gli altri suoi 10 colleghi in carica, che non sono stati riconfermati, dalla crisi economica che morde l’Europa.

Dopo 17  anni dai tempi di Mitterand il Paese della Marianna inverte la rotta, puntando tutto sul cambiamento che come ha detto il neo eletto Francois Hollande  “comincia adesso e deve essere all’altezza della Francia” .

Il settimo Presidente della Quinta Repubblica  ha aggiunto anche  “che nessun cittadino della Repubblica sarà lasciato indietro” a conferma di un nuovo approccio anche nei confronti del welfare e di quei cittadini delle Banlieu che sono accorsi  numerosi alla corte di quello che in molti snobbavano e dipingevano come un oscuro burocrate privo di carisma e al quale ora sono affidate le sorti del rinnovamento della Francia e dell’Europa

Hollande è stato chiamato dalla Merkel che lo ha invitato a Berlino, ha parlato anche con Cameron e Monti a conferma di un nuovo approccio che supera l’asse franco tedesco a favore di un rapporto più armonico con gli altri partners.

Alla Francia guardano anche gli Stati Uniti con un Obama in profonda crisi, con sondaggi che lo danno appaiato al mormone Romney ed una economia che anche se in ripresa non sembra essere fuori dal guado in cui è impantanata da anni e che se non riuscirà a rimettere in moto entro le elezioni di novembre ne chiederà la testa come ha fatto con Sarkò e gli altri colleghi prima di lui.

Foto: Reuters

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *