SFORBICIATA AI COSTI DELLA POLITICA IN REGIONE

Entrerà a regime dalla prossima legislatura la riforma, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale della Puglia, che riduce il numero dei consiglieri regionali da 70 a 60. La riforma avrà effetti anche sul numero degli assessori che sarà ridotto di due unità passando dai 14 attuali ai 12 previsti e imporrà un limite massimo di tre assessori esterni.

Non sono comunque mancate polemiche tra la maggioranza e l’opposizione che rivendicavano entrambe la paternità dell’iniziativa. Infatti a De Caro che attribuiva i meriti dell’iniziativa al PD ha subito replicato Palese che sottolineava, invece, che la stessa era il frutto di una proposta condivisa da tutti i Gruppi Consiliari.

Il Consiglio regionale ha anche provveduto a sostituire  Degennaro (Pd), agli arresti domiciliari dal 13 marzo scorso, con Monno  (anche lui Pd).

Foto: dasud.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *