GALLERIA CAVOUR: PDL BARI RIPARTE ALL’ATTACCO

Si è svolto in pieno centro l’ultimo di una serie di affondi, lanciati dal Pdl di Bari all’amministrazione Emiliano per sottolinearne le mancanze.

Da quando il partito, dopo aver chiuso la stagione dei congressi, si è dato una struttura con coordinatori eletti dalla base non ha perso occasione per incalzare il Sindaco su una serie di questioni che vanno dalla denuncia della presunta “parentopoli al Petruzzelli” alle richieste di spiegazioni a seguito degli arresti di esponenti Pd, di dirigenti e funzionari comunali e regionali per irregolarità in gare d’appalto edilizio.

A guidare all’attacco i Pdellini di terra di Bari è stato ancora una volta il Coordinatore cittadino Sen. D’ambrosio Lettieri che affiancato dal suo vicario Marcello Gemmato, dal Consigliere Regionale Massimo Cassano, dal coordinatore delle opposizioni Ninni Cea e dai Consiglieri Comunali Loiacono, Posca e Finocchio ha caricato a testa bassa parlando: ” di mancanza di rispetto per il territorio, assenza di sicurezza e di assoluta inadeguatezza nel centro della città di una zona”.

Lettieri non si è limitato ad una analisi delle criticità ma ha anche proposto alcune soluzioni quali la possibilità di restituire l’area:  “alla fruizone  dei commercianti muniti di licenza” o ai  cittadini attraverso progetti di riqualificazione che coinvolgano i baresi promuovendo concorsi di idee o grazie al finanziamento di una banca.

L’intervento del PdL per sollecitare l’amministrazione comunale a provvedere alla bonifica della struttura con rimozione dei box, dei cavi elettrici, dei tendoni di copertura si è reso necessario dopo che la struttura, dalla quale sono stati sfrattati 16 commercianti in attesa di una nuova collocazione, è diventata rifugio per clochard e disagiati ai quali i rappresentanti del Pdl hanno espresso solidarietà  e per i quali hanno auspicato soluzioni decorose.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *