EDDA IN CONCERTO

Presso: Oasi San Martino  Acquaviva delle Fonti  il 02/06/12 alle 21:00

Stefano Edda Rampoldi, per molti anni è stato il cantante dei Ritmo Tribale, una delle rock band italiane più importanti degli anni ’90.
Con i Tribali ha inciso 5 album e un ep.
La rock band milanese, negli anni, ha suonato ovunque: dal centro sociale Leonkavallo di Milano al palco del primo maggio in piazza a Roma, da Arezzo Wave al New Music Seminar di New York.
Nel ’96, durante il tour di Psycorsonica, Edda abbandona la band.
Ricompare nel 2008, con dei video casalinghi su You Tube.
Accanto a lui gli amici Andrea Rabuffetti (musicista) e Walter Somà (musicista e autore di testi e musiche).
Si crea un gran movimento e curiosità attorno al canale You Tube: nuove canzoni ricche di anima e spessore, con un Edda in stato di grazia.
Edda viene messo sotto contratto dall’etichetta Niegazowana, e comincia a lavorare su una selezione di brani da inserire nel suo debutto solista.
A gennaio 2009 Edda ha registrato il suo primo album «Semper Biot» alle Officine Meccaniche e al Noise Factory di Milano con la produzione artistica di Taketo Gohara.
I suoi compagni d’avventura sono quelli di sempre: Walter Somà e Andrea Rabuffetti.
Walter, autore di molti dei brani presenti sull’album, è anima integrante insieme a Edda dell’intero progetto.
Invece Andrea ha suonato tutto il suonabile: chitarre, mandolino, mandola, laud, harmonium, marimba, una tastierina casio da 12 mila lire e altri giocattoli di dubbia provenienza.
Sono passati a dare il loro prezioso contributo alcuni ospiti illustri: Alberto Fabris (contrabbasso), Mauro Pagani (violino), Alessandro “Asso” Stefana (banjo, ukelin, chitarre e organo), Pacho (percussioni), Achille Succi (sax e clarino basso), Mauro Ottolini (trombone), Josè Fiorilli (hammond) e Cesare Picco (piano).
L’album è preceduto dal singolo «Fango di Dio», scritto da Walter Somà.
Il 6 giugno 2009 Edda si è esibito in anteprima assoluta al Mi Ami Festival di Milano.
Un ritorno accolto con grande calore, emozione e commozione da parte del pubblico presente. Tra la folla: molti vecchi fan, i componenti dei Ritmo Tribale, Vasco Brondi (Le Luci Della Centrale Elettrica), Vinicio Capossela ad assistere con entusiasmo a un ritorno trionfale.
Oltre ai pezzi nuovi, in scaletta alcuni indimenticabili brani dei Ritmo Tribale: «Uomini», «Amara», «Invisibile» e addirittura una cover di Giusy Ferreri, «Stai fermo lì».
«Semper biot»: sempre nudo.
Edda sul palco e sul disco sputa verità allo stato puro, toccando corde speciali in chi ascolta.
Una sberla.
Che non può lasciare indifferenti.
Riempie vuoti e crea altre voragini.
C’è la vita, la morte, la poesia, l’oscurità, la luce, la ricerca, l’amore, tanto amore dentro. La bellezza e la schifezza di ciò che ci gira dentro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *