PAROLA AL LETTORE

Di seguito riportiamo la lettera di una nostra lettrice che si sfoga con noi per la difficile situazione economica e con la quale inauguriamo la nostra nuova rubrica “parola al lettore” nella quale riporteremo le vostre analisi, osservazioni, suggerimenti e tutto quello che vorrete inviarci.

Siamo oneste cittadine, impiegate, insegnanti, casalinghe mogli e madri, abbiamo lavorato onestamente, educato i nostri figli nel rispetto delle leggi e dell’onestà.

Con gioia abbiamo messo a tavola, pasta asciutta, carne e contorno e la frutta.

  1. Ci avete tolto la frutta…, ci siamo dette, per il bene dell’Italia accettiamo questo sacrificio.

Voi parlamentari vi siete detti, per il nostro bene aumentiamoci gli stipendi = – FIDUCIA

  1. Ci avete tolto il secondo piatto…, ci siamo dette, per amore verso l’Italia accettiamo questo sacrificio.

Vi siete detti, per amore verso noi stessi, inventiamoci cariche per aumentare i nostri introiti= — FIDUCIA.

  1. Ci avete tolto la pasta asciutta…, ci siamo dette, per l’orgoglio dell’Italia accettiamo questo sacrificio.

Vi siete detti, per amore verso noi stessi creiamoci benefici, i vostri portafogli sono aumentati di volume.=— FIDUCIA

  1. Ci avete tolto pane e pomodoro…, ci siamo dette, per dar forza all’Italia accettiamo questo sacrificio.

Vi siete detti, cosa ci inventiamo, non c’è più niente di legale?  Ricorriamo all’illegalità, avete fatto mambassa del nostro sovvenzionamento per la parità dei partiti (ville, laure, gioielli, case…). FIDUCIA annullata, calpestata… noi cittadini derisi e sconfitti.

  1. Ci è rimasto il pane, non abbiamo potuto dirci nulla, per la sopravvivenza dell’Italia è necessario mangiare.

Vi siete detti…, se sono tanto stupide da sopportare tutto, diamo loro il pane a giorni alterni, tutti i giorni mangerebbero troppo, troppi vizi, s’impigrirebbero e lavorerebbero di meno.

Il loro pane ci serve, siamo uomini importanti rappresentiamo l’Italia, è indispensabile avere abiti firmati, le auto blu di rappresentanza, l’autista, il porta borse, segretarie, l’appartamento con vista sul Colosseo, al Gianicolo, impegni mondani, cene per sdebitarci.

Vi hanno chiesto come pagate? “perché si paga?, ,non lo sapevamo, siamo innocenti, voi ci avete dato tutto, siete voi i colpevoli”

Quando governate?

Perché dobbiamo anche governare, chi gestisce i nostri interessi privati? Che sciocchezze, che pretese, andare tutti i giorni in Parlamento come fossimo normali impiegati dello Stato. Le leggi vanno rispettate, basta un amico per timbrare il nostro cartellino.

Cos’è tanto affollamento, tanta confusione come fosse un ufficio pubblico, basta uno del nostro partito per dire come la pensiamo.

A proposito volevamo dirvi che abbiamo degli amici ai quali dobbiamo dei favori eleggeteli e ci sdebiteremo.

Non vi preoccupate, non faranno assolutamente niente, nessuna legge, nessuna iniziativa, verranno qualche giorno all’anno.

Abbiamo sentito qualche lamentela, vorreste mangiare normalmente, siete impazziti, se mangiate voi, come facciamo noi a mangiare aragosta e filetto?

Ci siamo guardate smarrite tra di noi, ci siamo chieste… per chi voteremo, neanche lo spirito santo ci ha potuto aiutare?

Ci siamo dette… siamo italiane oneste, non abbiamo nessun poter contro le ingiustizie, la nostra voce non arriverebbe da nessuna parte.

Abbiamo un solo potere il VOTO, esercitiamolo non votando

Sotto la doccia ci spazzoleremo con la spazzola, per non avere nessun parassita addosso.

Ci avete tolto sogni, illusioni , certezze, per darci in cambio disperazione e miseria, la miseria è una prigione senza sbarre una schiavitù che ha una sola libertà, il suicidio.

Noi discendiamo da un grande popolo ha una storia di lotte, di guerre, di patrioti che si sono sacrificati per conquistare la libertà, la democrazia.

Non sarete voi per i vostri biechi e maligni interessi a cancellare tutto questo.

Restituite l’orgoglio all’Italia e agli italiani.

Vogliamo camminare in Europa a testa alta non abbassare gli occhi né sopportare una risatina di scherno.

Nota Bene: c’è un mezzo che costa poco e che voi non conoscete, PEDIBUS CALCANTIS

Della nostra lettrice Giovanna Angiulli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *