AGGUATI, OMICIDI, RAPINE E ATTENTATI DINAMITARDI

La giornata trascorsa è stata drammaticamente segnata da omicidi, agguati, rapine e attentati dinamitardi.

L’episodio più grave, un omicidio, si è verificato nel barese sulla strada che collega Terlizzi a Giovinazzo.

La vittima è un pregiudicato, Francesco Grimaldi, di 54 anni arrestato nel 2010 dai militari della Gdf con l’accusa di associazione per delinquere e usura. E’ stato raggiunto all’addome da sei colpi di arma da fuoco. Grimaldi era su un calesse, al momento dell’agguato, con la compagna, una donna di 44 anni rimasta illesa. I killer erano in due, a bordo di uno scooter e avevano i volti coperti.

Il secondo episodio, un agguato, ha colpito un imprenditore edile, Marco Insalata di 40 anni, ferito lievemente intorno alle 17.30 a Foggia da sconosciuti che gli hanno sparato 2-3 colpi di pistola. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, aveva appena parcheggiato il suo Suv in via Paolo Telesforo, per recarsi nel suo studio professionale, quando la vettura e’ stata affiancata da un’automobile dalla quale sono stati sparati i colpi di pistola. Insalata, ferito ad una mano, si e’ recato al Pronto Soccorso degli Ospedali Riuniti, dove e’ stato medicato.

Il terzo grave episodio di questa sequenza da incubo è una rapina che e’ stata compiuta sull’autostrada A 14 tra Cerignola e Foggia con un assalto ad un furgone portavalori. Nel corso dell’assalto sono stati sparati vari colpi di kalashnikov, ma nessuno e’ rimasto ferito. Il tratto autostradale tra Cerignola est e Foggia (direzione Pescara) e’ stato chiuso.

Infine per non farci mancare nulla registriamo anche un attentato dinamitardo compiuto contro l’abitazione di un assistente capo in servizio presso il locale commissariato di polizia. Sconosciuti hanno fatto scoppiare un ordigno davanti al portone di ingresso causando danni alla parte esterna dell’abitazione. Sul posto sono intervenuti colleghi della Squadra mobile e della polizia scientifica. Indagini sono in corso per identificare i responsabili e chiarire se l’attentato sia da ricondurre all’attivita’ professionale dell’agente.

Foto: tg24.sky

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *