ITALIA: ALLARME EROINA ALL’ANTRACE

Germania, Danimarca, Francia e Scozia ne danno l’allarme: l’eroina all’antrace ha colpito sei consumatori e provocato già due decessi.

Così nel nostro Paese, il Dipartimento politiche antidroga della Presidenza del Consiglio, pur sottolineando che non ci sono casi e che la popolazione non corre nessun pericolo, ha attivato la “massima allerta”.

Il capo del Dipartimento nazionale antidroga, Giovanni Serpelloni, ha spiegato che la scelta di attivare il massimo grado di allerta tra le strutture competenti in materia di protezione della salute pubblica, laboratori e Forze dell’Ordine deriva dalla necessità di garantire che “le strutture competenti prestino la massima attenzione ad eventuali infezioni da antrace, in particolare tra la popolazione dei consumatori di eroina e attivino le adeguate misure preventive”.

Il rischio, infatti, deriva dalla “concreta possibilità che stiano circolando sul territorio europeo partite di eroina contaminate con Bacillus anthracis” ed anche per “la rapidità con cui le sostanze stupefacenti possono essere commercializzate e raggiungere l’Italia”.

Gli esperti sembrano essere tranquilli circa i rischi per la popolazione, giacchè il batterio potrebbe trasmettersi da persona  a persona solo per lo scambio di siringhe infette e non per contatto o per via aerea. Quanto a chi fa uso di eroina, si consiglia di prestare molta attenzione ai sintomi: influenza, mal di testa e gonfiore.

A cura di Roberta Cupertino

Foto: notizie.it.msn.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *