ALEX ZANARDI: LA FAVOLA CONTINUA

Tra pochi giorni saranno 11 gli anni da quando Alex Zanardi venne privato delle sue gambe, amputate a seguito di un terribile incidente durante una gara di Formule 3000 all’Eurospeedway di Brandeburgo, nel lontano 15 settembre 2001.

A distanza di tanti anni l’ex pilota continua a stupire per la sua notevolissima forza di volontà, sia come uomo sia come sportivo. Infatti è proprio di ieri l’ennesima sfida vinta dall’italiano, questa volta alle Paralimpiadi di Londra, nella cronometro H4 nella quale nessuno è riuscito a fare meglio di lui aggiudicandosi così l’oro.

L’amore per questa specialità nasceva per caso nel 2007.

Erano passati 6 anni da quel drammatico incidente, a cui erano seguite le cure per guarire dalle ferite fisiche, ma anche da quel malessere mentale che pian piano gli avrebbe devastato l’animo dal dolore. Quindi il lungo e lento recupero colmo di dispiacere e disperazione, ma anche di speranza.

Speranza che, come detto, arrivava nel 2007 con l’handbike nella quale le ruote sono 3, mentre il motore è rappresentato dalla forza delle sole braccia.

Alex ci crede e finalmente torna il sorriso. Comincia a pedalare, a sudare, a combattere e a crederci come ha sempre fatto nella sua vita. Fino a ieri quando a bordo della sua handbike, un tutt’uno di grinta, rapidità e determinazione, gli avversari non potevano far altro che vederlo sfrecciare mentre tagliava il traguardo e conquistava l’oro.

Fu così che Alex Zanardi, campione bolognese, si prese beffa ancora una volta del proprio destino.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *