SCOPPIO ALL’ILVA

Nel tardo pomeriggio di ieri, un operaio dell’Ilva di Taranto, Giuseppe Raho, di 34 anni, ha subito ustioni di primo grado in seguito allo scoppio delle scorie incandescenti di un contenitore, denominato ‘paiola’, all’interno del reparto Grf (Gestione recupero ferro), uno di quelli sottoposti a sequestro dalla magistratura. E’ avvenuto mentre, secondo fonti sindacali, era in corso un’operazione di svuotamento del contenitore che contiene scorie prodotte dall’Acciaieria 2. Il lavoratore ha subito ustioni superficiali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *