CINQUE PER UNO, UNO PER TUTTI

“Una gara tra le scuole affinché i bambini possano essere protagonisti di interventi sul mutamento degli stili comportamentali”.

Così il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha definito il programma triennale interassessorile di “Educazione ai corretti stili di vita” chiamato Sbam! (salute, benessere, alimentazione, mobilità).

“I bambini che portano a scuola delle merendine – ha proseguito Vendola – si espongono ad una cattiva alimentazione, che è una delle cause dello sviluppo dell’obesità”.

Il progetto – il cui obiettivo specifico è promuovere l’attività fisica e correggere le abitudini sbagliate dei minori, in particolare dei bambini della scuola primaria – è stato redatto d’intesa con cinque assessorati (Sport, Politiche della Salute, Risorse Agroalimentari, Diritto allo Studio, Mobilità) e avrà come partners il Dipartimento di Prevenzione delle Asl, l’Ufficio Scolastico Regionale-MIUR, Coni, Arem e le Università degli studi di Bari e Foggia – Facoltà delle attività motorie e sportive.

Il problema sovrappeso/obesità è ormai una questione di salute pubblica per la maggior parte dei Paesi industrializzati e rappresenta un problema emergente già a partite dall’infanzia. La prevalenza di obesità giovanile è infatti in crescita continua: attualmente è dieci volte maggiore che negli anni ’70. Le indagini campionarie condotte nel 2010 dall’Assessorato regionale alle Politiche della Salute nell’ambito del monitoraggio nazionale “Sistema di indagini sui rischi comportamentali in età 6-17 anni”, hanno evidenziato che in Puglia due bambini su cinque sono in eccesso di peso (il dato più alto dopo Campania e Calabria); mentre tre genitori su cinque non percepiscono che il proprio figlio è in sovrappeso.

Ogni assessorato interverrà sulla base delle proprie competenze. In sintesi:

L’assessorato allo Sport coordinerà le azioni da realizzare e promuove la pratica dell’attività motoria e sportiva nelle scuole elementari, con l’ausilio di personale specializzato.

L’assessorato alle Politiche della Salute sosterrà la formazione degli insegnanti e avvierà campagne informative avvalendosi di personale sanitario specializzato presente nelle Asl.

L’assessorato al Diritto allo Studio svolgerà funzioni di raccordo con l’Ufficio scolastico regionale.

L’assessorato alle Risorse Agroalimentari coordinerà gli incontri nelle masserie didattiche al fine di incentivare il consumo alimentare consapevole.

L’assessorato alla Mobilità promuoverà la cultura degli spostamenti ecosostenibili incentivando, per il tragitto casa-scuola, gli spostamenti a piedi o in bici.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *