BOOM DI ASCOLTI PER CELENTANO

Il fenomeno Celentano stupisce ancora una volta.

La seconda serata di ‘Rock Economy’ ha migliorato su Canale 5 la performance della prima, ottenendo 9.338.000 spettatori con il 30.74% di share nella prima parte, 9.124.000 con il 32.70% nella seconda, e 8.653.000 con il 38.54% nella terza.

Tante le critiche, come sempre per il super molleggiato della tv, ma anche in questo show è arrivata la predica finale: Adriano Celentano nella seconda serata di Rock Economy invita al risveglio dal torpore in cui forse un po’ tutti siamo caduti e a unirsi per fare tutti insieme una rivoluzione in nome della natura, della bellezza e della solidarietà.

Look sempre identico per Adriano che affronta temi di denuncia e di critica sociale.

“La parola magica é lo scatto, uno scatto che prima o poi si dovrà fare – dice Adriano – . Uno scatto di rabbia o una scintilla, che potrebbe dar luogo a una vera e propria rivoluzione della nostra vita sulla terra. Può sembrare un discorso utopistico – aggiunge – ma nelle pieghe delle utopie c’é il segreto della sconfitta di una crisi che riguarda intero pianeta”.

Per Celentano, “é assurdo e ridicolo pensare che il casino che sta succedendo nel mondo sia dovuto a speculazioni economiche, che non sono altro che una crisi che ha radici molto più profonde. Le sue onde si sono propagate su tutta la terra, ma l’unico vero epicentro è in ognuno di noi. Noi siamo come tanti pezzi di un motore che non trovano più la via dell’ assemblaggio, per la messa in moto di un mondo diverso”.

“Finita la serata ognuno di noi tornerà ad essere solo nella propria casa – continua – , in attesa di un altro evento, tra 15 giorni o in primavera, che ci farà tornare a stare insieme”, dice Adriano facendo capire che tra qualche mese potrebbe tornare in tv, chissà.

“Credere in un unico progetto, amarlo, ci rende più felici” continua il cantante.

Standing ovation degli 11.500 del pubblico dell’Arena di Verona, stasera a Rock Economy, per Lucio Dalla, ricordato da Adriano Celentano e da Gianni Morandi. “Ci siamo incontrati diverse volte – dice il Molleggiato – , avevo molta stima di lui, mi è dispiaciuto tanto. Ma so che lui è contento. Sta facendo tanti concerti”, aggiunge tra gli applausi affettuosi dei presenti. E Gianni Morandi, sul palco con Celentano per la seconda sera, gli dedica una delle sue canzoni più famose: Caruso.

Tanti tanti applausi, ma quando  il dibattito si prolunga, una parte del pubblico comincia a rumoreggiare: vuole la musica. A rendersene conto è il navigato Morandi, ospite fisso delle due serate, “E’ un discorso un po’ lungo Adriano, vogliono la musica”.

Chissà quali sorprese ci riserverà il Molleggiato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *