ARRESTO DIFFERITO SI DASPO NO: NEL DUBBIO FERIE DI MASSA

Dopo le polemiche nate come effetto degli scontri di piazza dei giorni scorsi il Governo chiamato a rispondere durante il question time ha finalmente sciolto alcune riserve sui temi di ordine pubblico.

Nello specifico il Governo assediato sia dalle proteste di piazza sia dal malumore crescente degli operatori delle Forze dell’Ordine, che si sono sentiti abbandonati e che hanno addirittura paventato forme di protesta simboliche come il chiedere tutti insieme il giorno di ferie per il prossimo corteo, ha mandato in prima linea il ministro dell’interno con l’obiettivo di placare gli animi.

Il Governo ha individuato nell’arresto differito uno degli strumenti da mettere in campo contro le violenze di piazza e a dirlo è lo stesso ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri, nel corso di un’informativa al Senato sugli scontri di mercoledì scorso.

Il ministro ha aggiunto che c’e’ ”grande preoccupazione da mesi” su possibili emergenze di ordine pubblico. “Ci stiamo preparando a momenti difficili, anche perché la situazione economica è difficile”. Quando ci sono persone che partecipano a manifestazioni con caschi e passamontagna, “l’arresto differito – ha chiosato il ministro – è uno strumento molto efficace che ha dato risposte positive negli stadi e pensiamo quindi di applicarlo”. Sul Daspo anche per i manifestanti, ha aggiunto, “stiamo facendo una valutazione perché ci sono aspetti costituzionali da chiarire”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *