TANO GRASSO A TRANI

Trani – Si è svolto nella nuovissima sede della L.U.M. il convegno organizzato dall’Ass. Gens Nova presieduta dal Prof. Avv. Antonio La Scala sul tema:”Libertà e Legalità non hanno prezzo. Il racket ostacola la crescita dell’imprenditoria onesta“.

Mattatore dell’evento è stato il dott. Tano Grasso presidente onorario della Federazione Associazioni Antiracket e Antiusura Italiane (FAI), che ha analizzato il problema della Mafia come fenomeno culturale, economico e sociale.

Nella sua prolusione il pres. non si è limitato a fotografare la situazione ma ha anche offerto un modello, quello del FAI, con il quale combattere i fenomeni mafiosi ed in particolare ha sostenuto la validità di una soluzione che rifugge dagli eroismi e fa della forza del gruppo il suo elemento di dirompente e la sua peculiarità.

Grasso ha in oltre sottolineato come la base di ogni associazione mafiosa trova nel racket il suo comune denominatore in quanto è proprio attraverso il taglieggiamento che costruisce il controllo del territorio che distingue le organizzazioni mafiose da altre tipologie criminali e ha continuato affermando che questo legame si crea anche perché il commerciante trova “più conveniente pagare piuttosto che denunciare” e che obiettivo della sua associazione è proprio quello di abbassare questo divario.

Al termine del suo appassionato discorso si sono registrati numerosi interventi e domande di operatori delle Forze dell’Ordine e di Commercianti che hanno approfittato della sua esperienza e disponibilità per cercare di capire le dinamiche che alimentano i fenomeni mafiosi al fine di poter elaborare coerenti strategie per fronteggiarli.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *