PRESUNTO OMICIDIO-SUICIDIO A SANNICANDRO


Tragedia a Sannicandro di Bari. Michele Piccolo, 55 anni, ha presumibilmente aperto il fuoco contro la sua famiglia. I colpi di pistola sono stati fatali per sua moglie, Maria Chimienti, vicesindaco del paese, e per sua figlia 19enne Letizia. L’uomo ha poi sparato anche a Claudio, suo figlio 24enne, il quale però non è morto. Le sue condizioni sono tuttavia giudicate gravissime con coma irreversibile.

Secondo i carabinieri, sulla base delle prime indagini, il capofamiglia – il farmacista Michele Piccolo – avrebbe ucciso con un’arma che deteneva legalmente la moglie, trovata morta in camera da letto. Anche la figlia Letizia è stata ritrovata nella sua camera, riversa sul pavimento. Piccolo, sempre secondo i carabineri, avrebbe poi atteso il rientro del figlio Claudio, e avrebbe sparato anche a lui, colpendolo alla testa.

Michele Piccolo non si è sparato a sua volta, ma è annegato nella piscina dove, secondo la ricostruzione dei carabinieri, si sarebbe gettato, probabilmente dopo aver assunto qualche sostanza. C’è però un aspetto importante. L’arma con cui Piccolo avrebbe agito sinora non è stata trovata. Si tratta di un importante tassello che manca perché la ricostruzione possa essere ritenuta esaustiva. Inoltre pare che il figlio Claudio sia rincasato con l’incasso della farmacia (circa 1000 euro) che non sono ancora stati ritrovati. Queste circostante lascerebbero pensare che non si tratti di omicidio-suicidio ma di una rapina finita male o di una vendetta con il solo scopo di annientare un’intera famiglia. 

 La scoperta dei cadaveri è stata fatta dai carabinieri dopo che la fidanzata di Claudio Piccolo ha tentato per parecchie ore nella serata di ieri di mettersi in contatto con il giovane. Non essendoci riuscita, benché avesse concordato in precedenza con Claudio che avrebbero dovuto sentirsi, ha temuto fosse accaduto qualcosa di grave. Ha chiamato così alcuni amici, che – scavalcato il muro di recinzione perché dall’interno non ricevevano risposte di sorta – avrebbero visto da una finestra il corpo del giovane, per terra nel soggiorno, e hanno dato l’allarme.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *