AMGAS BARI: “IL BANDO DI FERRAGOSTO”

Polemiche intorno al bando di Amgas S.r.l. pubblicato il 7 agosto scorso per l’assunzione temporanea di undici nuove figure professionali.

A stranire sono stati, in effetti, i tempi della procedura concorsuale, a ridosso di ferragosto, in cui la possibilità  di  venire a conoscenza dell’offerta di lavoro si riducono a causa delle vacanze: il 5 la delibera del CdA, il 7 la pubblicazione, il 27 la scadenza. Insomma, solo 20 giorni per permettere di presentare la propria candidatura. E, a complicare le cose, le modalità di presentazione della domanda escludono l’utilizzo della pec, ma solo l’invio tramite raccomandata a/r o a mani.

Senza parlare dei requisiti di accesso: la ‘pluriennale esperienza lavorativa presso pubbliche amministrazioni o enti privati’ svolta sottoforma di lavoratore subordinato o come co.co.co. oppure l’esperienza maturata (anche qui che sia ‘pluriennale’) come lavoratore autonomo.”

Così, a porre l’accento sulle stranezze del concorso, i due consiglieri comunali baresi Melchiorre (fratelli d’Italia) e Posca (pdl) hanno rivolto un invito all’Assessore alle Aziende e al Sindaco di Bari  per invitare il consiglio d’amministrazione Amgas srl ad annullare o a riaprire e prorogare i termini del bando.

Il primo ha ha dichiarato: ” in un momento di crisi economica per molte famiglie baresi, non potrà sfuggire ai nostri Amministratori che agosto non è il mese più adatto per bandire avvisi pubblici per selezionare personale. Giuste sono quindi le dichiarazioni delle forze sindacali di categoria riportate dai quotidiani”.

Posca (pdl) ha aggiunto: “sono tantissimi i ragazzi che attendono queste occasioni lavorative, non è giusto non fornire a tutti, uguali opportunità di conoscenza e informazione. Ci spiace che l’amministrazione e Pisicchio Assessore  alle Aziende  non abbia a cuore la massima pubblicità degli atti”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *