SOCIAL CARD 2013

La Social Card 2013 è una carta speciale in via di sperimentazione, che darà un sostegno economico alle famiglie italiane meno abbienti. Si tratta di una Carta Acquisti completamente gratuita, che funziona come una normale carta di pagamento elettronica e, una volta ottenuta, viene periodicamente ricaricata dallo Stato senza ulteriori formalità o richieste.

La Social Card per ora è attiva in 12 comuni: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e Verona. Grazie al Decreto Lavoro del governo Letta, la Social Card verrà estesa, in via sperimentale, anche al Sud dal 2014.

Per richiedere la carta bisogna presentare domanda al comune di appartenenza, e chi fa richiesta per il nucleo familiare sarà colui che potrà fruirne e ne diventerà il titolare.

Colui che richiede la carta dovrà possedere i seguenti requisiti:

1. essere cittadino italiano o comunitario ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario non avente la cittadinanza di uno Stato membro, che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;

2. essere residente nel Comune in cui presenta domanda da almeno 1 anno (dal momento di presentazione della domanda).

Il nucleo familiare che fa domanda per la carta dovrà possedere i seguenti requisiti economici:

1.  avere un ISEE, in corso di validità, inferiore o uguale a € 3.000,00;

2. il valore ai fini ICI della abitazione di residenza deve essere inferiore a € 30.000,00

(per i nuclei familiari residenti in abitazione di proprietà);

3. il patrimonio mobiliare, come definito ai fini ISEE, deve essere inferiore a € 8.000,00;
4. il valore dell’indicatore della situazione patrimoniale, come definito ai fini ISEE, deve essere inferiore a € 8.000,00;

5. il valore complessivo di altri trattamenti economici in godimento, di natura previdenziale, indennitaria e/o assistenziale – concessi a qualunque titolo dallo Stato o da altre PP. AA. e anche fiscalmente esenti -, dev’essere inferiore a 600 euro mensili al momento della presentazione della richiesta e per tutto il corso della sperimentazione;

6. nessun componente il nucleo familiare dev’essere in possesso di autoveicoli immatricolati nei 12 mesi antecedenti la richiesta; ovvero in possesso di autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc. nonché motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc. immatricolati nei tre anni antecedenti.

Il nucleo familiare che fa domanda per la carta dovrà possedere i seguenti requisiti familiari:

1. nel nucleo deve essere presente almeno un componente minore di 18 anni;

2. precedenza per l’accesso alla sperimentazione, a parità di altre condizioni, per i nuclei familiari in almeno una delle seguenti condizioni:

a. disagio abitativo, accertato dai competenti servizi del Comune;

b. nucleo familiare costituito esclusivamente da genitore solo e figli minorenni;

c. nucleo familiare con tre o più figli minorenni ovvero con due figli e in attesa del terzo figlio;

d. nucleo familiare con uno o più figli minorenni con disabilità;

3. quale ulteriore criterio di precedenza per l’accesso alla sperimentazione, a parità di altre condizioni, sono favoriti i nuclei per i quali, nell’ordine, sia maggiore il numero dei figli ed inferiore l’età del figlio più piccolo.

Il nucleo familiare che fa domanda per la carta dovrà possedere i seguenti requisiti lavorativi:

1. nessun componente il nucleo familiare deve prestare attività lavorativa al momento della richiesta del beneficio e almeno un componente del nucleo deve aver cessato sia un rapporto di lavoro dipendente sia un’attività di lavoro autonomo, ovvero, nel caso di lavoratori precedentemente impiegati con tipologie contrattuali flessibili, possa essere dimostrata l’occupazione nelle medesime forme per almeno 180 giorni;

2. alternativamente al caso di cui alla precedente, nessun componente il nucleo familiare deve prestare attività lavorativa al momento della richiesta del beneficio e almeno un componente del nucleo sia in condizione di lavoratore dipendente ovvero impiegato con tipologie contrattuali flessibili il cui valore complessivo per il nucleo familiare di tali redditi da lavoro, effettivamente percepiti nei sei mesi antecedenti la richiesta, non sia superiore a euro 4.000,00.

 A quanto ammonta il beneficio?

Per il rilascio della Social Card l’INPS effettuerà una graduatoria che verrà esposta dai comuni a beneficio di tutti i cittadini, la carta sarà rilasciata dalle Poste Italiane e l’importo della carta varierà in base al numero dei componenti del nucleo familiare:
– Per un nucleo familiare composto da 2 membri, il valore della carta sarà di € 231
– Per un nucleo familiare composto da 3 membri, il valore della carta sarà di € 281
– Per un nucleo familiare composto da 4 membri, il valore della carta sarà di € 331
– Per un nucleo familiare composto da 5 o più membri, il valore della carta sarà di € 404

La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni, o ai bambini di età inferiore ai 3 anni (in questo caso il Titolare della Carta è il genitore) osservando i suddetti requisiti. La Card potrà essere utilizzata per l’acquisto di generi alimentari, prodotti farmaceutici e per il pagamento delle bollette.

(Per maggiori info http://www.mef.gov.it/carta_acquisti)

Paola Cascione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *