AMORE SCUSA.STASERA C’E’ LA PARTITA

Parte a San Valentino la 24esima giornata del campionato. Le ragazze di mezza Italia saranno sicuramente felici dell’anticipo.

Milan e Bologna si sfidano a San Siro e si daranno battaglia per i rispettivi obiettivi. I felsinei devono allontanarsi al più presto dalla zona bassa della classifica e potrebbero accontentarsi anche di un pareggio. Il Milan invece non può commettere altri errori, anche con una squadra in evidente rodaggio. L’obiettivo è l’Europa ed è ogni giornata meno a portata di mano.

Le statistiche incoraggiano i padroni di casa. Negli ultimi 10 scontri, il Milan è uscito imbattuto contro i rossoblù (sei vittorie e quattro pareggi). C’è di più: i rossoneri vogliono dimenticare la prima sconfitta dell’era Seedorf (in realtà una vera batosta) presa a Napoli nella scorsa giornata. Sulla carta sono i più motivati.

L’allenatore rossonero, in conferenza stampa alla vigilia del match, è stato positivo ed incoraggiante nonostante la fitta scaletta di impegni e le poche armi nel suo arsenale per farvi fronte: “Non abbiamo minimamente parlato ancora della Champions perché tutte le gare devono aiutarci a migliorare le nostre condizioni generali. Quindi per arrivare bene anche  in Champions dobbiamo fare bene contro il Bologna. La squadra non è assolutamente demotivata. Siamo sicuramente dispiaciuti del risultato dell’ultima giornata, ma quando una squadra si impegna e ha di fronte un avversario che fa meglio bisogna accettare anche la sconfitta”.

“Il Bologna è sempre una squadra da rispettare, sia per la storia del club, e poi perché abbiamo visto che sono andati a Torino portandosi a casa il punteggio pieno. Sanno esattamente cosa vogliono fare quindi staremo attenti ai loro punti di forza: due attaccanti che sono molto bravi e una squadra ben organizzata”.

Seedorf ha anche spezzato una lancia in favore di Honda, indisponibile contro il Napoli e in probabile rientro stasera, che deve ancora dimenticare il calcio russo ed abituarsi al campionato italiano. Il centrocampo rossonero affronterà inoltre un mini-turnover in vista dello scontro con l’Atletico, nel quale mancheranno Montolivo e Muntari per squalifica.

Per quanto riguarda il Bologna l’atmosfera è strana. Alino Diamanti ancora non è stato rimpianto dai tifosi come da pronostico. I felsinei hanno espugnato Torino senza batter ciglio, ma bisogna vedere che cosa succederà sul lungo periodo. Intanto, per stasera è in dubbio Bianchi, un po’ affaticato, e al suo posto potrebbe entrare Khrin con un opportuno cambio di modulo.

Considerando la fame di punti del Milan rimane difficile pronosticare un risultato diverso dall’1. Non sarebbe la prima volta però che gli uomini di Seedorf, soprattutto quando erano ancora uomini di Allegri, mancano all’appello proprio quando serve il pugno di ferro. Vedremo se il Bologna riuscirà a mettergli i bastoni tra le ruote e rimandare di una settimana ancora  la nostalgia di Diamanti.

 Jessica Appolloni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *