SINDROME DI DOWN: RACCONTIAMOLA GIUSTA

La Sezione di Bari dell’Associazione Italiana Persone Down, in collaborazione con l’Associazione Apulia Onlus, ha organizzato una Tavola Rotonda sul tema della Comunicazione in materia di Disabilità dal titolo Dal Disabile alla Persona. Viaggio nella Comunicazione: falsi miti, disinformazione e qualche verità e si colloca nell’ambito delle iniziative previste per la celebrazione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down.

L’evento avrà luogo nella Aula “Gaetano Contento” del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di  Bari “Aldo Moro”, piazza Cesare Battisti, venerdì 21 marzo, con inizio alle ore 15,30, patrocinato da Provincia di Bari, Comune di Bari, Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia, FISH.puglia (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e dall’ Ordine dei Giornalisti della Puglia.

Il tema trattato costituisce, in maniera sempre più marcata, uno dei principali punti di riflessione  e confronto tra organi mediatici, componenti “dell’universo handicap” ed i più disparati  settori accademici, istituzionali ed assistenziali della società civile. Difatti il primo momento di reale integrazione è rappresentato giustappunto dalla visione che viene fornita del portatore di disabilità e del mondo cui appartiene da chi detiene compito e responsabilità di raccontarlo al mondo.

Di recente, “nell’universo della disabilità”, il pianeta Down è finito in modo sempre più frequente sotto la lente dell’attenzione generale. Tramontata ormai, ed era ora, la limitante e denigratoria definizione di “mongoloidi” con cui si usava etichettare i portatori di Sindrome di Down, l’opinione pubblica sta ricevendo di costoro una nuova più realistica visione e consapevolezza. Solo per fare un esempio, ogni settimana su RAI3 viene trasmessa una docu-fiction (il cui regista sarà anch’egli a Bari ad illustrare la sua esperienza) che narra  le vicende reali di un gruppo di ragazzi down romani nel loro approccio al lavoro in un albergo. Ma altri di essi sono già da tempo impiegati in strutture pubbliche ed aziende private con risultati assolutamente sovrapponibili a quelli dei loro colleghi “normoabili”. Non migliori, ricadremmo nei pietismi, né peggiori ma semplicemente sovrapponibili per l’appunto.

La sezione di Bari dell’AIPD. giunta al trentennale di attività, ha voluto celebrare la Giornata Mondiale della Sindrome riunendo attorno ad un tavolo i più qualificati esperti italiani del settore che potranno così confrontarsi e convergere su un comune linguaggio di comunicazione che rigoroso e corretto, ma soprattutto avulso da tentazioni pietistiche e da retorici compiacimenti. Non è,  pertanto, nemmeno casuale aver collocato l’evento nell’Ateneo universitario, reale tempio di cultura ed istruzione.

La Tavola Rotonda sarà aperta dal Presidente della Sezione di Bari dell’Associazione Italiana Persone Down Maria Gabriella DE NAPOLI, cui seguirà il Leonardo D’ELIA, Presidente dell’Associazione Apulia Onlus partner organizzativo privilegiato dell’iniziativa.

Moderati dal sociologo Natale PEPE, quindi, si succederanno gli interventi di: Giovanni ANVERSA (giornalista televisivo e dirigente RAI da sempre impegnato nell’approfondimento e diffusione dei temi della diversità e diritti civili); di Claudio CANEPARI (autore e regista della docufiction “Hotel 6 stelle” attualmente in programmazione nel palinsesto di RAI 3); di Anna CONTARDI (coordinatrice nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down); di Antonio DE PALO (regista cinematografico; di Rossella GRANDOLFO (Ordine dei Giornalisti di Puglia); di Giampiero GRIFFO (responsabile della Sezione sulle Diversità della Biblioteca Nazionale di Napoli, membro del Direttivo dell’European Disability Forum e, componente del Direttivo nazionale FISH); di Amelia MANUTI (ricercatore di Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni-Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione dell’Università degli Studi di Bari”Aldo Moro”). Verrà, infine, proiettato il cortometraggio “Volti”, del citato DE PALO, vincitore del 15° Dc Independent Film Festival di Washington (USA)

Di: Cosimo Lerario

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *