LA DOF FA BENEFICENZA ALLA SIERRA LEONE

La corsa è salute. La corsa è il miglior “antidoto” per superare efficacemente svariate problematiche. La corsa è vita. Se poi con la corsa si riescono a fare anche solidarietà e beneficenza, il risultato diventa straordinario. E straordinario è stato il risultato raggiunto domenica 30 marzo a Castellana Grotte con l’ottava edizione della “Camminata per l’Africa”, manifestazione podistica non competitiva, che aveva il nobile intento di devolvere il ricavato per sostenere progetti nella Sierra Leone. Efficiente l’organizzazione della “tuttofare” Giusy Romanazzi che, coadiuvata dalle altre atlete della Pink Panter, è riuscita a render unica per i runners una splendida domenica soleggiata di marzo. Sicuramente diventerà memorabile per i bimbi Africani, contribuendo fattivamente ad alleviare le sofferenze di una terra martoriata dalla miseria, in quanto, il ricavato verrà devoluto per la realizzazione di pozzi. Lo scopo benefico ha aperto i cuori di ben oltre 700 partecipanti che si sono divertiti camminando o correndo lungo i due percorsi a disposizione. I più audaci e allenati si sono “arrampicati” lungo i 9 km di saliscendi, mentre gli altri si sono dilettati lungo i 4 del giro più corto. Vedere i partecipanti correre col sorriso, con famiglie e  bimbi al seguito, senza lo stress e la competizione tipica delle gare podistiche, ha fatto riassaporare ai runners presenti il vero piacere della corsa che, purtroppo sta diventando rarefatto. La DOF non ha tradito le attese e, come lo scorso anno, si è presentata con 10 atleti. Bianco, Guerra, Valentini, Isa Romanazzi, Saverio Manzari, Laera, Casatelli, Desio, Zita e Catella hanno composto il plotone che ha partecipato senza spirito agonistico ma solo per il piacere di contribuire alla riuscita della manifestazione, approfittandone per fare un ottimo allenamento lungo un percorso piuttosto impegnativo.

Unico rappresentante per la DOF alla 5a “Stracittadina Massafrese” è stato Angelo Longo. La gara valida come 4° Corripuglia ha visto tagliare il traguardo a ben 1500 atleti. Positiva la prova di Longo che si è piazzato al 137° posto, correndo lungo i 10 km che hanno attraversato la città della provincia tarantina. Il percorso non ha riservato particolari difficoltà nonostante la morfologia della cittadina che, in precedenti edizioni, ha riservato “scalate” tipiche di corsa in salita. Mentre “Paganini non ripeteva”, Francesco Minerva e Luana Boellis dopo l’exploit di Carovigno hanno regalato il bis, aggiudicandosi meritatamente il Trofeo Tebaide D’Italia.

Domenica 6 aprile, ci sarà la quinta tappa del Corripuglia e si prevedono numeri da record alla 17a edizione della Spaccanoci. La DOF si presenterà quasi al completo.

Prosegue, intanto, a ritmi forsennati l’organizzazione della 14a edizione della “Quattro passi nella storia” che quest’anno diventerà un vero e proprio evento. Le riserve verranno sciolte a giorni e verrà ufficializzato tutto il programma della manifestazione che si terrà il 15 giugno e coinvolgerà tutta la cittadinanza, facendo fare un vero e proprio salto di qualità a Turi e alla stessa DOF.

DOF AMATORI

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *