IL CONVENTO DEI CAPPUCCINI – PALERMO –

IL CONVENTO DEI CAPPUCCINI

A Palermo, nel quartiere Cuba  annesso alla chiesa di S. Maria della Pace, c’è il Convento dei Cappuccini, con le famose “Catacombe”. I cappuccini arrivarono  Palermo intorno al XVI secolo( 500)  e nel 1534  ottennero un terreno dove c’era già una cappella dedicata a S. Maria della Pace ( di origine normanna che pare risalga al  1071). Il convento è noto per la presenza nei suoi sotterranei  di catacombe (cimitero), dove sono esposti innumerevoli corpi mummificati dai frati, circa 8.000; l’ultimo cadavere mummificato dai frati risale al 1881, mentre l’ultimo corpo mummificato e sepolto in quel luogo è quello di una bambina di 2 anni nel 1920. Le mummie, innumerevoli, affollano le pareti e sono:  appese, sdraiate, in bare aperte e persino il pavimento è fatto di lastre tombali; sono divise per sesso e classe sociale: commercianti, ufficiali con l’uniforme di gala, nobili, dottori, alti prelati, bambini, neonati e gli stessi frati; infatti il primo ad essere inumato fu frate Silvestro nel 1599. Le catacombe sono una specie di album fotografico che mostra i costumi e gli usi della vita del 1500. Il microclima, la scarsità di luce ed altri fattori climatici hanno permesso la quasi perfetta conservazione di numerosissimi defunti, facendo cogliere, a chi lo visita, il culto e il rispetto verso i morti di quel tempo(1500) e il rispetto che oggi i vivi  hanno verso di loro. Il convento viene oggi custodito dai frati francescani.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *