50 ANNI IN CATENE

Ha pianto dopo essere stato liberato dalle catene, che aveva sin dalla nascita, non era un uomo ma un elefante indiano. A liberarlo alcuni giorni fa è stata l’organizzazione in difesa degli animali la “Wildlife SOS”, che sono riusciti a farlo dopo che un tribunale ne aveva ordinato la liberazione, che è avvenuta durante la notte, poichè  il padrone ne aveva cercato di impedirne la liberazione. L’animale ha avuto ben 27 padroni e tutti lo hanno usato per chiedere l’elemosina e lo tenevano prigioniero con delle catene uncinate per rallentare i suoi movimenti; ora è curato con una dieta a base di frutta e con speciali trattamenti per curargli le piaghe. Sembra che tutto ciò sia impossibile in un paese che ha un notevole rispetto per le mucche e non per gli elefanti che sono animali: dolci, intelligenti, dotati di una proverbiale memoria, hanno un udito e un olfatto sviluppatissimi ed  proprio in India che sono addomesticati e usati nei lavori più vari.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *