ASSURDO…MA VERO

A Vigevano ( Pavia), il 9 novembre, un vigile ha multato la padrona di un bar per aver occupato abusivamente suolo pubblico con una ciotola per cani piena d’acqua.       La multa è stata di ben 168 euro; ma tale severità non è piaciuta né ai cittadini e né al sindaco che è intervenuto pagando la multa e affermato che:” …la polizia locale abbia ben altre priorità …”.

Il 24 maggio del 1877  a  Trieste, il Magistrato Civico della città faceva affiggere un AVVISO dove c’era scritto :” Si rammenta a tutti i proprietari dei negozi, le botteghe e officine di tenere per tutta la stagione calda un recipiente d’acqua monda, affinché i cani passano dissetarsi…” coloro che non assolvevano tale compito erano puniti con una penale, anche se per le strade c’erano tante fontanelle per dissetare tutti, animali e persone.

Quindi ben 135 anni anni fa c’era questa attenzione per gli animali, ora invece nel 2000  visto che non ci sono più le fontanelle pubbliche e le bottigliette d’acqua costano 1 euro, chi si comporta civilmente paga una multa.

Sarebbe molto meglio se i vigili prendessero i dovuti provvedimenti per tutti quei padroni i cui cani sporcano e loro non puliscono, in molti infatti ci lamentiamo per la sporcizia in cui vengono lasciate molte zone della città, come marciapiedi e non.

La legge esiste ma molto raramente viene applicata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *