LA PRIMA ITALIANA NELLO SPAZIO

Domenica 23 novembre dalle steppe del Kazakistan è decollato, alle ore 22.01, la navicella spaziale Soyuz con a bordo,  Samantha Cristoforetti, la prima donna astronauta italiana ad effettuare un viaggio nello spazio; Cristoforetti avrà il ruolo di ingegnere di bordo; il viaggio è durato sei ore.

L’astronauta è nata a Milano 37 anni fa, è nubile, è laureata in ingegneria ed è stata ammessa all’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, da dove è uscita come ufficiale pilota militare con il grado di capitano; la Cristoforetti parla quattro lingue: l’inglese, il francese, il tedesco e il russo; la missione Futura durerà circa sei mesi ed è denominata ISS  Expedition 42/43 Futura.

 La navicella oltre all’italiana ha ospitato anche un comandante russo e un ingegnere americano; sulla Stazione Spaziale Internazionale(ISS), che è un avamposto nello spazio, verranno effettuati circa 200 esperimenti; sulla stazione spaziale i tre erano attesi da altri tre astronauti, uno dei tre è una donna russa, i sei hanno completato l’equipaggio 42 della Sss.

ISS è il più importante programma di cooperazione internazionale,  ebbe inizio nel 2000; il programma assicura una ininterrotta presenza umana nello spazio.

La missione Futura è la seconda missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale  Italiana (ASI);  altri italiani che hanno partecipato alle missioni spaziali erano uomini.

Il primo uomo nello spazio fu nel 1961, Gagarin.

Il primo uomo ad uscire dalla caspsula fu nel 1965, Leonon.

Il primo uomo a mettere piede sulla luna fu nel 1969, Armstrong, ben 45 anni fa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *