ECOCOLOR DOPPLER ARTERIOSO ARTI INFERIORI: CENNI

L’ EcocolorDoppler arterioso degli arti inferiori è una procedura diagnostica utile per valutare la morfologica delle arterie degli arti inferiori, per tutta la loro estensione, evidenziando eventuali stenosi (restringimento del vaso), occlusioni (chiusura completa del vaso) o aneurismi (dilatazioni del vaso).

L’ EcocolorDoppler nasce dall’incontro di due metodiche: Ecotomografia e Doppler. Esso consente di studiare  i principali vasi sanguigni (vene ed arterie) rilevando alterazioni morfologiche e le caratteristiche del flusso del sangue al loro interno.

EcocolorDoppler arterioso degli arti inferiori: quali patologie ?

L’ EcocolorDoppler arterioso degli arti inferiori, permette di valutare la presenza di stenosi (restringimento) e occlusioni (chiusura completa del vaso) e di aneurismi (dilatazioni del vaso) delle arterie dagli inguini ai piedi.

Stenosi ed occlusioni possono causare ischemie (mancanza di sangue) e quindi la necrosi dei tessuti degli arti interessati. Le stenosi sono caratterizzate dalla presenza di placche fibrocalcifiche, o fibrolipidiche o miste. I fattori di rischio che favoriscono il generarsi delle placche sono: fumo, diabete, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia, l’età e fattori genetici ereditari.

Gli aneurismi – dilatazioni arteriose causate da una patologia della parete dell’arteria (che si “sfianca”) – sono invece causa di disturbi del flusso arterioso che può esitare in rottura dell’arteria o nella sua occlusione.

AOCP (Arteriopatia Obliterante Cronica Periferica)

La malattia che scaturisce dalla stenosi e/o occlusione e’ chiamata AOCP (arteriopatia obliterante cronica periferica) presente nel 3-10 % della popolazione generale e nel 20% degli over  70. L’ AOCP è spesso sotto-diagnostica e non trattata mentre sarebbe utile sottoporre a screening la popolazione oltre 40-50 anni di età. Il sintomo principale è la “claudicatio intermittens” ovvero il cammino con dolore che provocano l’arresto della marcia, il riposo per alcuni secondi o minuti e poi la ripresa del cammino. Il meccanismo etiopatogenetico del sintomo è dovuto alla riduzione del flusso sanguigno spesso già inficiato in condizioni di base che non riesce a far fronte alla maggiore richiesta del muscolo che lavora, durante la marcia, con conseguente sofferenza del muscolo e quindi il dolore. L’ EcocolorDoppler arterioso degli arti inferiori permette di vedere la sede ed il grado della stenosi e l’alterazione del flusso attraverso il tratto patologico. Inoltre permette di impostare la giusta terapia.

Esami Precedenti e Quesito Clinico

Fondamentale per poter indirizzare e sottoporre il paziente ad un esame di questo tipo è l’anamnesi, cioè la raccolta di informazioni dal pz intesa come caratteristiche del dolore, e l’esame obbiettivo del paziente, cioè la visita dello stesso, per poter fare diagnosi differenziale con altre malattie.

Di: Dr Marco DECUZZI

Specialista in Chirurgia Vascolare ed in Medicina Nucleare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *