213° ANNIVERSARIO TEULIE’

Si svolgerà domani, nel 213° anniversario della fondazione della Scuola Militare Teuliè,  il giuramento degli Allievi del Corso “M.A.V.M. Segrè”.

La Scuola Militare “Teulié” è una delle due Scuole Militari dell’Esercito, assieme alla Scuola Militare Nunziatella di Napoli,  fondata nel 1802 ha sede in Milano.

L’Istituto è dedicato al Generale Pietro Teulié che, durante la sua permanenza al Ministero della Guerra, diede impulso alla realizzazione di un Orfanotrofio Militare che  accogliesse i figli di veterani ed invalidi di guerra. La Scuola, ospitata nella più antica caserma della città, risulta essere la più  vetusta delle istituzioni napoleoniche tuttora esistenti, più vecchia del Conservatorio, del Collegio delle Fanciulle e dell’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere.

La sua storia ha attraversato i secoli, seppur ad intermittenza, partendo dal Risorgimento fino ad arrivare al settembre 1996 anno in cui fu riaperta definitivamente. La scuola, famosa per il suo rigore caratterizza il suo obiettivo formativo finalizzando i propri sforzi nel fornire all’allievo una formazione globale che, nel rispetto di ciascuna personalità, sviluppi appieno e armonicamente i suoi aspetti fisici, morali, caratteriali e culturali.

Per farlo trova nella disciplina militare un mezzo impareggiabile per insegnare agli allievi il valore del tempo e la sua gestione, inculcando l’importanza dell’assolvimento dei piccoli doveri quotidiani, ma soprattutto per  far comprendere i su cui poggia la Res Publica, a partire dal rispetto della Costituzione, delle leggi e delle Autorità.

Numerosissimi gli Allievi e gli insegnanti che hanno fatto la storia, non solo dell’Istituto, ma del Paese: vi hanno insegnato professori come Silvio Pellico, il quale ebbe la cattedra di francese, e vi hanno studiato, fra le numerose personalità di rilievo poi militari e civili, il generale Cadorna e l’ingegner Forlanini, inventore dell’aliscafo.

Galleria Ex allievi

  •  Vittorio Emanuele di Savoia-Aosta, Conte di Torino, allievo nel 1885.
  •  Luigi Cadorna, Maresciallo d’Italia.
  •  Enrico Caviglia, Maresciallo d’Italia, protagonista della battaglia di Vittorio Veneto.
  •  Emilio De Bono, Maresciallo d’Italia.
  •  Generale d’Armata Alberto Pariani, Luogotenente Generale del Regno d’Albania, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito e Sottosegretario della Guerra.
  • Generale Vittorio Santini, Capo di Stato Maggiore della Difesa.
  • Generale Roberto Segre, capo della missione militare a Vienna nel Primo Dopoguerra.
  • Generale di Corpo d’Armata Enrico Asinari di San Marzano, Comandante Generale dei Reali Carabinieri, Senatore del Regno, Ministro di Stato.
  •  Generale di Divisione Enrico Boscardi, comandante della 6ª Divisione “Tevere” durante la Campagna d’Africa Orientale.
  • Generale Gustavo Pesenti, Governatore della Somalia Italiana.
  •  Generale di Corpo d’Armata Carlo Petitti di Roreto, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri.
  • Capitano Umberto Masotto, primo ex allievo del Collegio Militare di Milano decorato con la Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Capitano Mario Musso, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Maggiore Carlo Camozzini, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Tenente Colonnello Carlo Buffa di Perrero, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Tenente Colonnello Elio Ferrari, Medaglia d’Oro al Valor Militare
  • Maggior Generale Umberto Fadini, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Sottotenente Alberto Fumi, primo dei Corsi dal 1935 al 1943 a essere decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Colonnello Alessandro Platone, Medaglia d’Argento al Valor Militare
  • Colonnello Giulio Marinetti, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Sottotenente Ettore Ruocco, partigiano Medaglia d’Oro al Valor Militare
  •  Sottotenente Aldo Turinetto, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Tenente Adolfo Serafino, partigiano Capo di Stato Maggiore della Divisione “Val Chisone”, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Sottotenente Ardu, allievo albanese, Medaglia d’Argento al Valor Militare
  • Sottotenente Dalmazzo, Medaglia di Bronzo al Valor Militare.
  • Sottotenente Turco, Medaglia di Bronzo al Valor Militare.
  • Sottotenente Corrado Spagnolo, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Tenente Giorgio Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Sottotenente Bruno Mezzadra, allievo del Corso Buffa di Perrero I, Medaglia d’Argento al Valor Militare.
  • Sottotenente Renato Del Din, allievo del Corso Buffa di Perrero I, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Lucio Santi, allievo del Corso Fadini I, Medaglia d’Argento al Valor Militare.
  • Italo Grimaldi, allievo scelto del Corso Fadini I, da partigiano recuperò il labaro della scuola e lo portò con sé sino alla sua morte.
  • Allievo Mario Grecchi, allievo del Corso Platone I, ottavo decorato con Medaglia d’Oro al Valor Militare dei corsi dal 1935 al 1943.
  • Allievo Aldo Zamorani, Medaglia d’Oro al Valor Militare.
  • Comandante Manlio Quarantelli, Medaglia d’Oro al Valor Aeronautico
  • Conte Carlo Camillo di Rudio, patriota, protagonista nelle Cinque Giornate e noto per aver combattuto nella battaglia di Little Big Horn.
  • Gino Fano, matematico.
  •  Federico Jarach, imprenditore.
  • Giovanni Battista Marzuttini, ingegnere, pittore e pioniere dell’aviazione italiano.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *