ESERCITO E FORZE ARMATE PROTAGONISTI AL IV CONVEGNO NAZIONALE SICUREZZA LEGALITA’ E SVILUPPO

Si è conclusa con un bilancio assolutamente positivo la due giorni dedicata all’analisi diacronica degli eventi legati alla I Guerra Mondiale. Organizzatrice del “IV Convegno Nazionale Sicurezza, Legalità e Sviluppo” è stata l’Associazione Apulia Onlus che in collaborazione con l’Associazione Ex Allievi della Scuola Militare Nunziatella – sez. Puglia- e il Devolution Club ha invitato a confrontarsi sul tema prestigiosi rappresentanti provenienti dal Mondo accademico, Magistratura ordinaria e militare, Forze Armate e di Polizia ad ordinamento militare, giornalisti e associazioni.

Ad aprire il convegno è stato il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Gen. C.A. Danilo Errico che, come ricordato dagli organizzatori, “rappresentava l’Istituzione che più di ogni altra ha sopportato il peso della Prima Guerra Mondiale” e che doveva doverosamente essere ricordata quale primus inter pares in un consesso dove hanno trovato spazio anche la Marina Militare, l’Arma Azzurra, la Benemerita e la Guardia di Finanza.

Nelle tre sessioni tecniche si sono alternati interventi che hanno prima inquadrato gli aspetti storico politologici del conflitto per poi passare all’analisi della Condizione Militare, ovvero, dello status che caratterizza gli uomini che hanno preso parte alla I Guerra Mondiale. Infine, il focus si è spostato sull’analisi del ruolo della donna che ha subito, come effetto collaterale, un impulso in termini di emancipazione poiché le donne, chiamate a sostituire nell’industria e nei trasporti gli uomini al fronte, hanno iniziato da quel momento ad entrare nel mondo del lavoro e a prendere coscienza dei loro diritti.

Terminata l’analisi scientifica dei temi, riepilogati dal Discussant, il Convegno si è concluso con il tradizionale dibattito politico a cui hanno preso parte: il Sottosegretario di Stato alla Difesa On. Rossi, l’ On. Cariello M5S, l’On. Cirielli FdI, il Cons. Regionale Damascelli FI e il Dirig. della Regione Dott. Fumarulo che hanno espresso, seppur con alcune differenze sui costi/investimenti per la difesa, sostanziale concordanza sull’importanza della sicurezza e sulla interdipendenza dei tre temi oggetto di studio.

Galleria fotografica

:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *