ACCADDE OGGI…

-Il 15 dicembre del 37 nacque ad Anzio  NERONE, Nerone fu un imperatore romano e governò per quasi quattordici anni fino al suicidio all’età di 30 anni circa, il suo fu un governo molto controverso, quando governava con la madre Agrippina e con l’aiuto del maestro Seneca ebbe alcuni innegabili meriti, ma fu anche responsabile di delitti e atteggiamenti dispotici.

 Nerone era figlio di Agrippina Minore e Gneo Domizio Enobarbo. Agrippina  era sorella dell’imperatore Caligola, fu una donna ambiziosa e dominatrice, ma fu una donna anche accorta, lungimirante e fu una delle più significative figure femminili dell’Impero romano,  fu la prima donna a governare di fatto l’impero durante i primi anni di regno del figlio; questi infatti aveva appena 17 anni quando fu proclamato imperatore.

Nerone visse i primi anni di vita con la zia Domizia Lepida che amò più della madre, in quanto la madre accusata di aver partecipato alla congiura contro il fratello, l’imperatore Caligola, fu mandata in esilio. Nerone fu adottato da Claudio quando questi sposò Agrippina dopo la morte del marito,  Gneo Domizio Enobarbo.

Nella notte tra il 18 e il 19 luglio del 64 ci fu il terribile incendio di Roma che durò sei giorni e sei notti, l’opinione di molti in quel momento fu che fosse stato Nerone a decidere  quella terribile catastrofe, le voci che fosse lui l’artefice furono così insistenti che il governo decise di far ricadere la colpa sui cristiani. In tal modo placarono l’ira del popolo, furono così  condannati moltissimi cristiani, tra i cristiani uccisi tra  il 64-65 e il 67 ci furono anche san Pietro e san Paolo.

Nerone ebbe tre mogli: Claudia Ottavia, Poppea e Messalina, alcuni  autori contemporanei affermano anche che  Nerone avrebbe contratto due “matrimoni” con persone dello stesso sesso.

Finora non è stata trovata alcuna tradizione favorevole a Nerone, eppure Nerone venne profondamente amato dal popolo romano che rimpianse a lungo la sua morte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *