NUOVO VIAGGIO APOSTOLICO

Nei giorni scorsi papa Francesco ha intrapreso il suo 14° viaggio apostolico, questa volta è andato in ARMENIA. Gli Armeni hanno popolato l’Anatolia e il sud del Caucaso per oltre 3.500 anni, attualmente molte comunità si trovano sparse per il mondo, per un totale di circa 8 milioni di individui. Questo viaggio del papa è durato 3 giorni, infatti il papa in Armenia è rimasto sino al giorno 26 giugno. L’Armenia confina con la Turchia, la Georgia e l’Iran. Papa Francesco è amico di vecchia data degli armeni: la comunità argentina aveva trovato nell’arcivescovo di Buenos Aires un sostenitore. Il primo papa ad intraprendere questo viaggio in Armenia fu papa Giovanni Paolo II nel 2001. Nel suo viaggio in Armenia, papa Francesco ha ribadito il diritto di tutti ad avere un lavoro, le ingiustizie ha affermato creano le disuguaglianze, le guerre ed ha aggiunto che la ricchezza di alcuni non deve essere la causa della povertà di molti. Durante la sua permanenza ha anche innaffiato un piccolo albero che dovrebbe  simboleggiare l’unione tra i popoli.

Armenia è stato il primo paese a diventare cristiano nel 301 ed è diventato indipendente dall’Unione Sovietica 25 anni fa (il 23 settembre 1991).

Per la prima volta il papa ha celebrato la messa non di domenica ma di sabato, per rispetto al popolo armeno. Il pontefice, durante il suo viaggio, ha usato il termine genocidio per descrivere il massacro di circa un milione e mezzo di armeni compiuto dall’impero ottomano nel 1915-1916. Nel 2001 Giovanni Paolo II  definì quello armeno come «il primo genocidio del XX secolo». Nelle marce della morte infatti 1200 persone morirono per fame, malattia o sfinimento, mentre altre centinaia di migliaia furono massacrate dalla milizia curda e dall’esercito turco. Tale genocidio viene commemorato dagli armeni il 24 aprile.

I viaggi del papa sono stati più di una ventina divisi tra viaggi pastorali e viaggi apostolici, i viaggi pastorali sono quelli che ha effettuato all’interno della diocesi di Roma, quelli apostolici sono quelli che ha effettua all’estero e in giro per l’Italia.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *