XXXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – C (Lc 21, 5-19)

A consolazione di quanti credono che il nostro sia un tempo particolarmente difficile, San Bernardo già nel XII secolo scriveva: “Habet mundus iste noctas sua et non parvus” (“Ha le sue notti il mondo e non piccole”). 
Nel tempo presente che sembra rispecchiare i segni escatologici descritti dal Vangelo (guerre, rivoluzioni, terremoti, carestie e molto altro) non sono pochi quelli che si chiedono se davvero non siamo giun
ti al capolinea. La natura si ribella e l’uomo non cambia il suo cuore; la notte è sempre più buia e il buon grano cresce con la zizzania. E mentre ci si chiede “quando” e “come” il Signore si manifesterà, Gesù ci dice di non interessarci di ciò che “solo il Padre conosce”, ma di volgere la nostra attenzione sul “come” affrontare le situazioni: vigilanza e fermezza, attenzione e attesa fiduciosa.

Abbiamo un tempo da vivere ed è quello della testimonianza, la quale comporta, in alcune circostanze, anche il dono della propria vita. Ma se siamo con Cristo come Egli è sempre con noi, anche allora ciò che dobbiamo temere è di non affidarci completamente a Lui. Perché Gesù non viene meno alla sua promessa: “Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”.

Dunque il nostro sguardo, in attesa del Sole di giustizia che verrà, deve concentrarsi sul “come” vivere questo arco di tempo chiamato vita. I guru di turno, sempre pronti a vendere date e progetti di salvezza, non sono credibili perché non è data loro alcuna profezia né sul “quando” né sulle modalità di salvezza che esulano da ciò che Cristo ha già consegnato alla sua Chiesa. Noi ci impegniamo nel mondo e per il mondo, ma con la fiducia e nell’abbraccio di chi ci dice: “Nemmeno un capello del vostro capo perirà. Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime”. È ciò che ci auguriamo nel dono della preghiera che ci scambiamo.


Auguri di perseveranza dunque a tutti noi, viandanti in cerca dell’Amato!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *