PIANTE ED ERBE SPONTANEE DELL’ALTA MURGIA: PROPRIETÀ OFFICINALI E GASTRONOMICHE

La Proloco Toritto-Quasano in collaborazione con l’Associazione Inachis sezione aderente di Bitonto, con il patrocinio del Parco Nazionale dell’Alta Murgia organizzano per il 24 e 25 Aprile 2017 una due giorni incentrata sulla conoscenza delle piante ed erbe spontanee dell’Alta Murgia , sulle loro proprietà officinali, sulle proprietà gastronomiche e sulla conoscenza dell’ecosistema murgiano.

La manifestazione giunta alla IV edizione, è diventato ormai  un appuntamento fisso della primavera del piccolo centro premurgiano ed è volta sia  alla promozione del proprio territorio che alla conoscenza dello stesso come spiega il presidente  Francesco Palmiotto.

La manifestazione si concluderà il 25 Aprile con una escursione tra i sentieri murgiani.

Attraverso la conoscenza diretta della Murgia, si comprenderanno molte caratteristiche del suo ecosistema, degli adattamenti biologici di flora e fauna e delle attività antropiche dell’uomo .

Qua di seguito il programma :
Lunedì 24 Aprile c/o Galleria di Palazzo Stella- Piazza Aldo Moro Toritto

Ore 18.30 – Riconoscimento delle piante spontanee dell’Alta Murgia e loro proprietà officinali a cura della dott.ssa Consilia Cotrone esperta in tecniche e preparazioni erboristiche;

Ore 19.30 – showcooking a cura del Prof Antonio Corriero e degli alunni dell ‘ IISS Majorana – Bari : le piante eduli spontanee e piante aromatiche nella dieta mediterranea

Martedi 25 Aprile C/O Belvedere di Quasano – Toritto

ore 08.00 – Raduno nella zona Bar -Pizzeria del Parco (largo fontana vecchia) a Quasano-Toritto per una passeggiata ecologica lungo i sentieri murgiani dell’Alta Murgia con il supporto dell’associazione Inachis sezione aderente di Bitonto per il riconoscimento sul campo delle piante ed erbe spontanee e dell’ecosistema murgiano.

Si consiglia il seguente abbigliamento: Scarponcini da Trekking o in alternativa scarpe alte, zainetto, kwai, borraccia d’acqua, sacchetto per rifiuti, occhiali e cappellino da sole, eventuali medicinali personali. L’abbigliamento deve consentire di mantenere sempre coperte sia le gambe che le braccia.

Questi gli obiettivi
· Saper riconoscere le diverse specie di piante ed animali che popolano la murgia, osservandole lungo la passeggiata ecologica;
· Riconoscere gli elementi naturali ed antropici del paesaggio murgiano (muretti a secco, jazzi, masserie, tratturi, lame ecc.) e la loro valenza ecologica, storica ed architettonica;
· Rispettare, conoscere e salvaguardare l’ecosistema murgiano;
· Promuovere la socializzazione;
· Stimolare le domande e la curiosità;
· Prendere consapevolezza di una educazione ambientale;
· Accrescere la consapevolezza delle potenzialità del proprio territorio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *