XXXII DOMENICA DEL T. O. (Mt, 25, 1-13)

La nostra vita è attesa di un’intimità nuziale, tempo pieno di condivisione le cui lancette sono scandite dalla presenza dello Sposo Gesù, tanto nel sacramento dell’altare quanto nel sacramento del fratello. Saggezza vuole che, come le vergini provviste di olio, coltiviamo il bisogno di una relazione autentica con Dio, in Cristo, giorno dopo giorno e con occhi di riguardo per ciò che alleggerisce il nostro viaggio.

Nessun amore, umano o divino, può essere acquistato o conquistato all’improvviso, ma solo pazientemente cercato e coltivato. Certo, occorre riflettere sul nostro modo di vivere il tempo, perché non solo velocità e cambiamento a renderci migliori ed efficienti, ma le cose di Dio che si apprendono attraverso la forza e l’umiltà dell’amore. Il desiderio di lui è l’olio di cui dobbiamo sempre essere provvisti e che dobbiamo alimentare quale desiderio più radicale e originario del nostro. Possa il mistero di Cristo condurci al Padre; possa il suo crisma invisibile essere la luce che irradia il nostro cammino verso il sentiero che ci conduce incontro a Gesù, per stare sempre con Lui!, può essere acquistato o conquistato all’improvviso, ma solo pazientemente cercato e coltivato. Certo, occorre riflettere sul nostro modo di vivere il tempo, perché non sono velocità e cambiamento a renderci migliori ed efficienti, ma le cose di Dio che si apprendono attraverso la forza e l’umiltà dell’amore.

Il desiderio di Lui è l’olio di cui dobbiamo essere sempre provvisti e che dobbiamo alimentare quale desiderio più radicale e originario del nostro. Possa il mistero di Cristo condurci al Padre; possa il suo crisma invisibile essere la luce che irradia il nostro cammino verso il sentiero che ci conduce incontro a Gesù, per stare per sempre con Lui! divino, può essere acquistato o conquistato all’improvviso, ma solo pazientemente cercato e coltivato. Certo, occorre riflettere sul nostro modo di vivere il tempo, perché non sono velocità e cambiamento a renderci migliori ed efficienti, ma le cose di Dio che si apprendono attraverso la forza e l’umiltà dell’amore. Il desiderio di Lui è l’olio di cui dobbiamo essere sempre provvisti e che dobbiamo alimentare quale desiderio più radicale e originario del nostro.

Possa il mistero di Cristo condurci al Padre; possa il suo crisma invisibile essere la luce che irradia il nostro cammino verso il sentiero che ci conduce incontro a Gesù, per stare per sempre con Lui!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *