I SUPEREROI ESISTONO DAVVERO

Giovane studente salva bambino caduto sui binari della metro

Milano – Era apparentemente un pomeriggio come tanti, quello di martedì 13 Febbraio scorso nella fermata “Repubblica” della metropolitana di Milano.

La banchina era, come ogni pomeriggio, affollata di persone di ogni età in attesa di continuare il solito viaggio giornaliero.

All’improvviso però qualcosa turba quel monotono pomeriggio.

Un bambino di origini senegalesi di appena due anni e mezzo, sfugge al controllo della mamma, incamminandosi inconsciamente sul marciapiede che conduce verso i binari della linea gialla direzione San Donato, cade.

La caduta e le urla della mamma spaventata attirano inevitabilmente l’attenzione dei passanti.

In tanti, infatti, accorrono verso il piccolo, ma fra tutti spicca un giovane studente, che liberatosi dello zaino con estrema velocità, si getta immediatamente sui binari della metropolitana con l’intento di porre in salvo il piccolo mettendo a rischio la sua vita.

La scena, ripresa dalle telecamere di videosorveglianza dell’Atm (Azienda dei Trasporti Milanese), era visionata in diretta da una agente di stazione dell’Atm che, accortasi dell’accaduto tramite i monitor, ha reagito con prontezza attivando un comando d’emergenza segnalando l’accaduto e quindi bloccando l’arrivo dei treni.

Il piccolo dopo essere stato salvato, è stato prontamente trasportato in ospedale in codice verde, dove gli è stata diagnosticata solo qualche leggera contusione.

Il giovane “salvatore” dopo il suo gesto eroico, e dopo essere stato ringraziato dalla mamma del piccolo, è salito sulla metro per continuare il viaggio ed è tornato a casa scomparendo nel nulla.

Giuseppe Sala, sindaco di Milano, appresa la notizia a lieto fine, ha subito espresso il desiderio di voler incontrare l’operatrice dell’Atm e il ragazzo protagonista dell’evento.

Il sindaco quindi, dopo aver individuato il giovane tramite un appello sui social network, ha invitato entrambi, nel pomeriggio di giovedì 15 Febbraio scorso, a Palazzo Marino per conoscerli e ringraziarli di persona.

 

 

Si tratta di Lorenzo Pianezza, 18enne che quel pomeriggio aspettava la metro per tornare a casa dopo aver trascorso la mattina a scuola, e di Claudia Flora Castellano di 32 anni.

Sala ha parlato di “gesto coraggioso e di buon senso”, come dargli torto!

E’ stato un gesto che ha commosso e unito tutta l’Italia; siamo orgogliosi di giovani così, le notizie di cronaca a lieto fine sono sempre ben accette!

Un in bocca al lupo ad entrambi i “salvatori” del piccolo da parte della redazione di Apulia News.

 

 

 

 

Francesco D’Elia

One comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *