AVELLINO – BARI 1-2: NEL RECUPERO IL RIBALTONE

Solito esodo di baresi (800) per una gara sentitissima dal punto di vista della storia del tifo e delle due tifoserie. Si gioca il lunedì di pasquetta per il recupero della 29a giornata di Serie B, rinviata lo scorso 4 marzo. Al Partenio la squadra di casa è alla ricerca di una vittoria che manca ormai da un mese mentre il Bari, dopo la sconfitta di Ascoli, è ancora assolutamente in corsa play-off.

Confermato il tridente d’attacco di mister Grosso, Galano-Nenè-Improta, è l’Avellino che prova a fare per primo la gara: al 31′, alla prima vera occasione, Vajushi in area con un gran destro a giro infila Micai. La svolta per il Bari arriva nel secondo tempo: al 64′ Iocolano dalla sinistra crossa in mezzo, Nenè anticipa Kresic e di testa pareggia. Doppia mossa di Grosso che spinge i suoi ed inserisce prima Floro Flores e poi Cissè: è proprio Cissè al 91′ a regalare i tre punti ai pugliesi con un gran destro fuori dall’area di rigore che si insacca alle spalle di Lezzerini. Il Bari si rialza dopo il k.o.di Ascoli risalendo ora al 4° posto in classifica a 53 punti (5 dal secondo posto, valevole per la promozione diretta in A); è piena crisi per l’Avellino che non vince dal 24 febbraio, avendo raccolto nelle ultime 6 gare soli 3 punti.

 

Riccardo Zatton

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *