PALERMO – BARI 1-1: PAREGGIO IN EXTREMIS

Ilpari tra Palermo e Bari del 39° turno di B appare risultato giusto e, questa volta, prezioso per i galletti, soprattutto alla luce dell’andamento della partita. Il sesto gol stagionale di Nenè tiene vive le speranze promozione del Bari, a tre punti, nella classifica provvisoria, dalla promozione diretta in serie A.I siciliani salgono al secondo posto da soli, ma rischiano di scivolare al quarto se Parma e Frosinone dovessero vincere.

Le squadre danno vita, data l’importante posta in palio, quasi ad una partita a scacchi molto bloccata, che diventa vivace nel finale. Grosso propone il Bari con un insolito 3-5-2, con Nené e Cissé in avanti: il sacrificato è Galano, che parte dalla panchina.
Primo tempo assai avaro di emozioni; quel poco che accade è quasi tutto opera del Bari, che prova a sbloccare il match in due occasioni con Balkovec e Nenè, con quest’ultimo in particolare che sfiora il bersaglio dopo una bella azione corale. Il Palermo (gara di esordio per l’allenatore Stellone) si affida alle intuizioni del temuto Coronado, che ispira un paio di azioni che non trovano pronto La Gumina sotto porta.

Dopo l’intervallo la situazione non muta. La prima mossa la fa, quindi, Grosso, che inserisce Galano al posto di Empereur passando al 4-3-3. Stellone risponde con l’ingresso in campo di Moreo, mentre Grosso si gioca la carta Floro Flores, apparso in forma nelle recenti apparizioni. I nuovi entrati si fanno subito notare, con Moreo che di testa impensierisce Micai, mentre Floro Flores si rende protagonista di un paio di iniziative sicuramente degne di miglior sorte. Non accade molto sino a dieci minuti dal termine, quando i rosanero al 34’ della ripresa trovano il vantaggio con il palermitano La Gumina che trasforma sulla bella sponda di testa di Moreo.

Sembra partita ormai chiusa, ma ilBari, che resta pure in 10 per l’espulsione di Marrone (doppio giallo per due falli su La Gumina),trova il clamoroso e meritato pareggio con Nenè, che in spaccata traduce in rete un assist di testa di Floro Flores. Nel finale c’è anche spazio per un rosso diretto ad Henderson che scalcia da dietro Cocev. La squadra di Grosso resiste agli assalti finali del Palermo e strappa il pari.

 

Di Riccardo Zatton

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *