XXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO B – Mc 7, 1-8. 14-15.21-23

Una Santa Messa la domenica, qualche prece al giorno, sorrisi stentati e occasionali e soprattutto tanta apparenza. Ed intanto il cuore si ammala e muta in pietra giorno dopo giorno. Questa non è fede, ma ipocrisia. La replica di Gesù ai suoi interlocutori è dura proprio perché essi sono ipocriti (in greco il termine rimanda all’attore di teatro che indossava la maschera), gente con il cuore lontano da Dio. Ci si attacca alla forma, all’uso, alla tradizione che non va toccata, ma come ci si comporta con il fratello?

Gesù Cristo, nostro Maestro, ci offre una “lectio magistralis” su ciò che ci rende e ci renderà sempre impuri. Ciascuno esamini se stesso alla luce di questo catalogo delle impurità, che toccano sempre e direttamente la vita del nostro prossimo. Ogni volta che cadiamo in questo elenco facciamo del male a Dio, al fratello e a noi, attuando l’incantesimo del cuore di pietra:

  • Le prostituzioni (vendersi per denaro e successo ad ogni costo); 2) I furti morali (rubare all’altro per accaparrare); 3) Gli omicidi (togliere vita e gioia all’altro); 4) Gli adulteri (tutte le forme di infedeltà all’amore); 5) Le cupidigie (volere sempre di più per se stessi); 6) Le malvagità (pensare sempre male degli altri); 7) L’inganno (si pensa al proprio interesse); 8) L’impudicizia (mancanza di autocontrollo); 9) L’invidia (l’occhio cattivo sull’altro); 10) La blasfemia (opporsi alla verità); 11) L’arroganza (mettersi sempre in vista); 12) La stupidità (impostare la vita su valori sbagliati).

Un elenco preciso e dettagliato non vi pare? Un antidoto all’incantesimo del cuore di pietra c’è: non scindere mai Dio e Gesù Cristo dai fratelli; l’ascolto dalla Parola e la Parola dall’azione; non barattare mai cioè l’amore di Dio e per Dio dall’amore per le creature. Soprattutto, puntare ad essere, non ad apparire. Non vi è nulla di nascosto in noi che Dio non conosca, nulla di segreto che Dio non veda; occorre essere se stessi, sempre ed in ogni momento.

Donaci, Gesù, di compiere in ogni momento la tua volontà per essere uno con noi stessi, per essere testimoni credibili e coerenti del tuo Vangelo di salvezza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *