CINQUE GIORNI IN COMPAGNIA DELLA BEATA ELIA DI SAN CLEMENTE

Grande affluenza di fedeli nella parrocchia Mater Ecclesiae di Bari (Poggiofranco) per visitare le Reliquie della Beata Elia di S. Clemente esposte dal 20 al 25 novembre. Un’iniziativa fortemente voluta dal parroco, don Ambrogio Avelluto, per far conoscere la figura di questa suora Carmelitana, l’unica barese assunta agli onori degli altari, e diffonderne il culto nella sua città natale.

Suor Elia di San Clemente, al secolo Teodora Fracasso, infatti, nacque a Bari il 17 gennaio 1901 nella Città vecchia e ha vissuto nella sua famiglia fino a diciannove anni, allorquando, l’8 aprile 1920, entrò nel Monastero delle Carmelitane Scalze di San Giuseppe, in Bari.

Una breve ma intensa vita, la Sua, sostenuta dalla preghiera, da vigorosa spiritualità e da un grande amore verso le consorelle e l’Ordine Carmelitano; ci ha lasciato numerosi scritti (lettere, pensieri e poesie).

L’intenso programma messo a punto da don Ambrogio, tra l’altro, ha visto la partecipazione del Prof. Beppe Micunco, biografo della Beata Elia, che ha tenuto una relazione sulla Spiritualità della Beata e, in chiusura delle celebrazioni, una messa officiata da Monsignor Alberto D’Urso, vice postulatore della causa di beatificazione.

Suor Elia si spense a mezzogiorno del 25 dicembre 1927, a soli 26 anni, e varcò la porta del Paradiso.

Di:  Michele Bonante

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *