CAROVIGNO, ATTACCO INFORMATICO AL COMUNE

Violati i sistemi informatici dell’ Ufficio comunale e chiesto il riscatto in criptovalute

L’1 gennaio, l’ente comunale di Carovigno ha depositato una denuncia contro ignoti per violazione della sicurezza informatica presso il comando dei Carabinieri di San Vito dei Normanni.

A seguito del tentativo di avvio del sistema informatico dell’amministrazione comunale sono emerse anomalie che hanno allertato gli operatori e la Polizia Postale.

Secondo una prima diagnosi del caso a cura dagli esperti, nella notte di martedì un’operazione effettuata attraverso la posta elettronica avrebbe “scoperto” l’intero sistema informatico, rendendo possibile l’accesso ai database degli uffici dell’ente e violandone, così, la sicurezza;

dati sensibili alla portata di black hat i quali chiedono un riscatto in bitcoin al Comune di Carovigno.

Quant’accaduto nelle ultime ore ai danni del comune brindisino, tuttavia, non risulta essere un episodio isolato: secondo il parere degli esperti di cyber security che stanno studiando il caso e ripristinando il sistema, la fattispecie sembra avere i medesimi connotati del caso che ha riguardato, anni fa, la pubblica amministrazione di Francavilla Fontana.

Antonia Depalma

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *