TENTATO OMICIDIO A TERLIZZI

E’ stato fermato a Trani con l’accusa di tentato omicidio un uomo di 41 anni, pregiudicato, che domenica 14 luglio, nel primo pomeriggio, ha ridotto in fin di vita una giovane donna sudamericana.

I fatti si son verificati a Terlizzi, in un casolare abbandonato, situato sulla s.p. 231, presso il quale la donna si recava abitualmente per svolgere l’attività di meretricio.

Secondo la ricostruzione, l’uomo avrebbe chiesto rapporti non protetti ad altre donne le quali si sarebbero rifiutate; la vittima invece, essendo giunta solo da pochi giorni in Italia e non avendo una buona dimestichezza linguistica, avrebbe accettato le richieste, respingendo l’uomo soltanto in un secondo momento.

Al rifiuto, il pregiudicato di Palo del Colle (Bari) avrebbe iniziato a colpire la donna con fendenti che l’hanno lesionata gravemente al petto, ai glutei e all’inguine;

nonostante l’aggressione armata, la donna è riuscita ugualmente a chiamare i soccorsi a mezzo videochiamata.

L’aggressore, accortosi dell’accaduto si è mostrato all’interlocutrice – amica della ragazza ferita – in video affermando di non temere l’arrivo delle forze dell’ordine; prima di darsi alla fuga, ha sottratto alla vittima dei soldi e un paio di orecchini.

Le telecamere poste sulla strada provinciale hanno permesso di individuare l’uomo, catturato – con provvedimento emesso dal gip del Tribunale di Trani L. A. Altamura – nelle scorse ore dagli uomini del Nucleo Operativo di Molfetta e tradotto alla casa circondariale di Trani con l’accusa di tentato omicidio.

La donna è attualmente ritenuta fuori pericolo.

Tra i pregressi del quarantunenne vi sono innumerevoli condotte illecite ai danni di cose e persone ed un’accusa di sfruttamento della prostituzione.

A. Depalma

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *